Regione, in Consiglio il Defr: in Aula novità dell’era De Luca

30

Arriva in consiglio regionale della Campania il Defr, il documento di economia e finanza regionale, per i prossimi tre anni. In aula anche il maxiemendamento alla legge di stabilità 2016: i primi provvedimenti in materia nell’era De Luca. Tra le novità previste ci sono la soppressione dell’Arlas (Agenzia per il lavoro e l’istruzione), risparmi dai fitti passivi razionalizzando anche gli Iacp; eliminazione di comitati, osservatori, gruppi di lavoro e commissioni istituiti in Regione, ma anche stop ai rinnovi di accordi, intese e protocolli. Il denaro risparmiato dall’eliminazione di questi organismi sarà destinato al Fondo Eduardo e Luca De Filippo per i minori a rischio. 

Si liquidano anche le società partecipate. I fondi statali destinati ai trasporti saranno utilizzati per il completamento delle infrastrutture sospese. 
Tra i punti il finanziamento e l’ampliamento dell’aeroporto di Salerno-Pontecagnano e ammodernamento delle funicolari del monte Faito e di Montevergine. Al via anche uno sportello internet per accogliere segnalazioni e proposte dei cittadini in materia di acqua e funzionamento dei servizi idrici. Saranno poi rateizzati i debiti degli utenti morosi e non ci saranno distacchi per chi vive al di sotto della soglia di povertà. Viene istituita l’anagrafe digitale dei disabili. In materia di turismo la Regione adotterà un piano di razionalizzazione di società, enti e fondazioni.