Regione, Mortaruolo: Stanziati 38 milioni per gli asili nido

17
In foto Erasmo Mortaruolo consigliere regionale e vicepresidente della Commissione Agricoltura della Campania

“E’ di circa 38 milioni di euro la somma che la Regione Campania, con la pubblicazione di due avvisi, ha voluto destinare a progetti per il potenziamento, la costruzione, la gestione di nuove strutture e di posti nido”. Così il Consigliere regionale e Vicepresidente della Commissione Agricoltura della Campania, on.le Erasmo Mortaruolo. “Il bando relativo al potenziamento e alle costruzioni di asili nido – fa notare il vicepresidente Mortaruolo – per complessivi 28,8 milioni di euro, è articolato in diverse linee di intervento: costruzione di nuovi nidi/micronidi, ristrutturazione di strutture esistenti/acquisto arredamento, sostegno ai costi di gestione, potenziamento dei posti nido. Inoltre 3,7 milioni di euro sono destinati a progetti innovativi. Possono presentare istanza di finanziamento Comuni, associazioni di Comuni, Ambiti Territoriali Sociali e, relativamente a progetti di ristrutturazione, anche singole Municipalità a partire da ieri, 6 febbraio 2018 fino alle ore 24 del 23 giugno 2018”. Per Mortaruolo “aprire nuovi asili nido e intervenire con il potenziamento di quanto già è esistente nei territori sono state per la Regione Campania assolute priorità in risposta anche ai bisogni, alle criticità e alle istanze provenienti da tanti amministratori. Un grazie va dunque al Presidente De Luca e all’assessore alla Pubblica Istruzione, Lucia Fortini per questo cambio di passo nell’ambito delle politiche sociali per essere vicini alle famiglie, ai bambini, alle comunità. La Regione ha infatti voluto dare al contempo un segno tangibile di vicinanza alle famiglie meno abbienti con figli al di sotto dei 36 mesi mesi che usufruiscono dei posti nidi con un sostegno economico per complessivi 9,4 milioni di euro. Si tratta di voucher di servizio per incentivare l’utilizzo delle strutture”. Prosegue Mortaruolo: “Oggi si celebra inoltre la seconda giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo e vorrei pertanto ricordare lo straordinario impegno della Regione Campania che, tra le prime in Italia, ha approvato la Legge regionale 11/2017 “Disposizioni per la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni del bullismo e del cyberbullismo nella Regione Campania” istituendo il Comitato regionale per la lotta al fenomeno. Nell’epoca dei social network, la trasformazione del bullismo in cyberbullismo ci ha sollecitati ad adottare interventi normativi in grado di tutelare i ragazzi”. “La legge – rileva il vicepresidente – approvata all’unanimità dal Consiglio regionale della Campania è composta da dieci articoli ed enuncia le definizioni di bullismo e cyberbullismo specificando gli interventi diretti al rispetto della dignità individuale, alla valorizzazione delle diversità ed al contrasto di tutte le discriminazioni. Tra gli obiettivi c’è quello di porre in essere a livello regionale e con il coinvolgimento delle istituzioni pubbliche e private del territorio, iniziative destinate non solo a soggetti coinvolti in atti di bullismo tradizionale e di cyberbullismo, ma anche al personale scolastico, educatori ed operatori presso centri di aggregazione giovanile. Il provvedimento stabilisce anche la “Settimana regionale contro il bullismo ed il cyberbullismo”, che include il 7 febbraio, giornata nazionale dedicata al tema, ed istituisce il Comitato regionale per la lotta al fenomeno presso l’Assessorato regionale competente. Destinati anche 200 mila euro per l’istituzione di un fondo per la prevenzione al contrasto del fenomeno. Insieme all’Assessore alle Pari Opportunità, Chiara Marciani anche nel Sannio abbiamo portato avanti tutta una serie di iniziative volte alla sensibilizzazione sulle pari opportunità affrontando fenomeni delicatissimi come il bullismo e cyberbullismo per prevenire soprattutto le cause. Abbiamo voluto promuovere in questi mesi, in collaborazione con l’Università degli Studi del Sannio, con l’Ufficio Scolastico Regionale e Provinciale, con la Questura di Benevento e le altre Forze dell’Ordine, con le associazioni e i Comuni del Sannio, una serie di iniziative e progetti attraverso l’utilizzo di strumenti legati al mondo dei giovani come i social network e più in generale il web. Abbiamo il dovere di sensibilizzare l’opinione pubblica ed educare i giovani, per tutto il ciclo formativo, ad un uso corretto della rete. La prevenzione è fondamentale e come Regione Campania siamo al fianco dei giovani, delle altre Istituzioni, delle famiglie come alleati nel segno della sensibilizzazione e della legalità”, conclude Mortaruolo.