Regione, Muscarà (M5s): Il Governo ha bocciato la legge sulle cave

65
in foto Maria Muscarà

“Oggi il Governo ha bocciato la legge sulle cave, misura che avrebbe dovuto prevedere la riapertura delle cave in zona Zac (zona altamente critica). Il provvedimento, fortemente voluto dal Governatore della Campania Vincenzo De Luca, avrebbe comportato la riapertura delle le cave chiuse per ragioni di carattere geologico, idrogeologico e di vicinanza con paesi contigui. “Come sempre De Luca si scontra contro la legge, più forte della sua arroganza ed ignoranza politica e amministrativa. Ogni volta che si discuteva in merito la riapertura delle cave, il Movimento 5 stelle s’era espresso in maniera contraria, organizzando molteplici audizioni ed invitando studiosi ed associazioni da sempre contrari a questo scempio ambientale” attacca la Consigliera regionale Maria Muscarà (M5S). “Non abbiamo bisogno delle cave, né dobbiamo ulteriormente cavare: abbiamo già costruito fin troppo! Non ha senso continuare a squarciare il territorio aprendo le ferite di una terra già massacrata. Le cave già sono state deposito di immondizia e di rifiuti speciali per anni e non a caso rientrano nel piano di De Luca per lo smaltimento dei rifiuti” continua la consigliera, che conclude: “In maniera rocambolesca questa legge era arrivata in aula e abbiamo votato contro sia in commissione che in consiglio, inviando una nota al Governo nella quale indicavamo le criticità del provvedimento in oggetto. Fortunatamente il ministero ha impugnato la legge per profili di incostituzionalità, dimostrando la totale inconsistenza del Principe di Salerno”.