Regione, Nappi e Grimaldi attaccano: Da De Luca solo propaganda

118
in foto la sala del Consiglio regionale campano

“Quello di Vincenzo De Luca e’ un piano fatto di bugie, imprecisioni, parole. Ai comuni, indicati come attuatori di molti interventi, non viene assegnato un solo euro aggiuntivo: gli oltre 100 milioni di cui parla erano gia’ tutti loro assegnati con destinazioni che non c’entrano nulla con l’emergenza del coronavirus. E se qualche sindaco dovesse immaginare di usarle come dice De Luca, si troverebbe, per esempio, nell’impossibilita’ a settembre di far funzionare il trasporto scolastico. Addirittura, si mettono nel conto persino soldi gia’ materialmente trasferiti da tempo, come i 15 milioni per gli Ambiti sociali di zona. Lo stesso vale per i 100 milioni'”ramazzati” alla rinfusa dal Fsc e che invece hanno tutti un preciso utilizzo, come ad esempio pagare gli stipendi arretrati ai dipendenti delle Comunita’ montane. Si “buttano in mezzo” misure nazionali come quelle per la scuola o il Fondo Poverta’, gia’ annunciate dal Governo. Si parla di integrare le pensioni al minimo e di finanziare una tantum lavoratori autonomi e professionisti senza pero’ indicare la fonte di finanziamento, le modalita’ con le quali si procedera’ e senza precisare che, numeri alla mano, molti non avranno comunque nulla. Potrei continuare, ma sono sicuro che il sistema dell’informazione non recepira’ acriticamente le parole di De Luca ma gli chiedera’ se quelle di cui parla sono risorse aggiuntive o meno. E prima di tutto si fara’ precisare i tempi reali in cui questi interventi saranno materialmente fruibili dagli interessati, considerato che, ad oggi, non un solo atto amministrativo, neanche di mero indirizzo, risulta adottato dalla Regione. Lui e’ trincerato a Salerno nella sede della Protezione Civile mentre gli uffici regionali di Napoli – motore della macchina amministrativa – sono semideserti da settimane. Chi attivera’ queste misure’ Chi ci sta lavorando’ La sua e’ una casa di vetro opaca che e’ al servizio non delle persone, ma della sua campagna elettorale”. Lo scrive in una nota Severino Nappi di Il Nostro Posto.
“Anche nelle risposte economiche per la emergenza Coronavirus De Luca mette in campo la propaganda, il solito salernocentrismo e l’antica tentazione delle clientele’ Non puo’ funzionare cosi'” dice Massimo Grimaldi, consigliere regionale e vice coordinatore di Forza Italia in Campania. “Nel piano regionale – dice Grimaldi – ci sarebbero circa 270 milioni per il comparto socio assistenziale sanitario, per la parte del ‘sussidio alimentare’ non sono indicati criteri ma sostegno diretto a singole realta’. Il piano, di fatto, privilegia alcune realta’ e non altre. L’idea, ad esempio, di acquistare prodotti agroalimentari campani da destinare alla ‘sola’ esperienza del ‘banco alimentare’ favorisce alcuni e penalizza altri. Non si puo’ finanziare una realta’ che e’ piu’ forte nel salernitano e penalizzarle altre, piu’ presenti in altre province e nel casertano in particolare. Servono criteri e non regali elettorali, non e’ questo il modo per garantire uguali diritti alle fasce deboli”.