Regione, oltre 15 milioni per i Centri Sperimentali di Sviluppo delle Competenze

86
In foto Chiara Marciani, assessore alle Pari opportunità e Formazione della Regione Campania

La Regione Campania ha approvato la delibera di programmazione finanziaria di 15.750.000 milioni per il finanziamento dei Centri Sperimentali di Sviluppo delle Competenze. La costituzione di questi centri è finalizzata al perseguimento di una pluralità di obiettivi quali la valorizzazione delle competenze e delle conoscenze professionali; la facilitazione dell’inserimento nel mercato del lavoro attraverso percorsi ad alto contenuto formativo e altamente specializzati; lo sviluppo della coesione sociale territoriale, il consolidamento delle filiere produttive e l’incremento delle potenzialità di settori strategici quali l’agroalimentare, la valorizzazione del patrimonio culturale, la sicurezza informatica, l’aerospazio, l’economia del mare e l’innovazione sociale.
“Mediante i Centri sperimentali di sviluppo delle competenze – chiarisce l’assessore alla formazione Chiara Marciani – si è inteso provvedere alla definizione e alla sperimentazione di un modello organizzativo innovativo, che fosse in grado di proiettare le risorse e le potenzialità dei settori individuati su scenari nazionali ed internazionali e contribuire, mediante attività formative ed erogazione di servizi per lo sviluppo dell’alta formazione professionale, della formazione specialistica e della formazione superiore e continua, alla fortificazione delle competenze settoriali”.
Nasce così un sistema di formazione “a rete” che coinvolge imprese, associazioni di categoria, enti di formazione, Istituti scolastici, in una dinamica progettuale e realizzativa in grado di determinare un positivo impatto sul territorio.
“In tal senso – continua Marciani – si è voluto stabilire un continuum tra i sistemi dell’istruzione, della formazione e del lavoro con particolare riguardo al ruolo innovativo che hanno assunto i Centri quali luoghi permanenti di formazione e di innalzamento della qualità degli standard formativi, di monitoraggio ed analisi dei bisogni formativi e di erogazione di servizi alle aziende, ai lavoratori ed ai diversi soggetti interessati in termini di orientamento, certificazione delle competenze, promozione e pubblicizzazione delle iniziative, analisi dei dati”.