Regione, Piano per il lavoro. Buonavita (Cisl): Bene il cambio di rotta di De Luca

129
In foto Doriana Buonavita

“Accogliamo con estrema fiducia il cambio di rotta testimoniato dal Presidente De Luca: il Piano per il lavoro presentatoci oggi è un esempio del passaggio dalla politica degli annunci a quella della condivisione con Organizzazioni sindacali e datoriali, ispirata ad una nuova coesione e giustizia sociale, che si traducono concretamente nel reddito declinato nella forma del lavoro e nella cittadinanza, intesa come servizi più efficienti per giovani, anziani e famiglie”. Così il segretario generale della Cisl Campania, Doriana Buonavita, a margine dell’incontro di oggi tra Cgil Cisl Uil e Confindustria regionali con il presidente della Giunta Vincenzo De Luca sul Piano Lavoro che sarà ufficializzato il prossimo 13 giugno. Il piano – riporta una nota – prevede un cospicuo stanziamento da parte della Regione per attivare percorsi formativi finalizzati ai prossimi corsi-concorsi attraverso i quali saranno coperte le attuali carenze della P.A., stimate in 15 mila unità e sul quale la Cisl Campania si dichiara pienamente soddisfatta, perché secondo Buonavita, “potrà dare vita ad una pubblica amministrazione più competente e ringiovanita, adeguata ai processi di innovazione in corso di attuazione nell’ambito del Piano Industria 4.0. La presenza al tavolo di Angelo Rughetti e di Pasquale Granata è per noi garanzia in termini procedurali, di copertura dei costi e di fattibilità dell’intero progetto”. La stessa impostazione – riporta ancora il comunicato del sindacato – sarà adottata per il settore privato, in piena condivisione con le organizzazioni sindacali e Confindustria al fine di impiegare, in maniera efficiente, le risorse delle politiche attive e formative destinate ai lavoratori espulsi dai cicli produttivi, orientando tali percorsi anche con il contributo del mondo accademico e della ricerca verso i reali fabbisogni delle imprese. “Siamo sicuri – continua Buonavita – che la governance del Presidente di temi per noi da sempre prioritari ed urgenti, quali edilizia, trasporti e cantieristica, imprimerà la giusta accelerazione alla soluzione positiva delle vertenze insolute. Allo stesso tempo confidiamo nella rapida conclusione dei percorsi di stabilizzazione di tutte le forme di precariato nella Sanità condivisi con la struttura commissariale, unitamente all’avvio delle procedure concorsuali per il reclutamento del personale nella sanità per circa 7000 unità. Così come si prospetta finalmente la possibilità concreta di addivenire alla stabilizzazione dei 3.780 LSU, facendo ricorso in primis alle risorse stanziate dal Ministero del Lavoro. Il tutto calato in un rinnovato contesto di trasparenza e di tracciabilità dei percorsi, grazie alla supervisione autorevole dell’ex procuratore antimafia Franco Roberti. “Questa nomina, insieme alla riconduzione di temi sensibili in capo alla Presidenza ed alla modifica degli assetti di Giunta – conclude la Segretaria – ci permettono di guardare con fiducia alle prossime azioni da mettere in campo per l’accelerazione della spesa dei fondi strutturali destinati allo sviluppo, alla crescita ed alla digitalizzazione, e per la costituzione di una cabina di regia dedicata alle varie forme di povertà e al Rei, strumento di risposta ai bisogni delle famiglie campane”.