Regione, rimpasto in giunta: escono Angioli e D’Alessio, entrano in quattro. C’è anche Roberti

127

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca annuncia il rimpasto in giunta. “Si sono svolti, nei giorni scorsi, gli Stati Generali della Sanità e dei Trasporti. Abbiamo presentato un bilancio straordinario di realizzazioni e fatti concretizzati, e il quadro dei progetti in corso – si legge nella nota – Tra due settimane sarà presentato il Piano per il Lavoro della Campania, una proposta chiave diretta ai giovani disoccupati della nostra regione.
Proseguiremo con iniziative analoghe nel campo della cultura, della scuola, delle politiche sociali, dell’ambiente, dell’agricoltura, dei fondi europei. Seguiremo il nostro stile: rendere conto delle cose realizzate, dei fatti concreti, in una realtà nella quale ci si perde spesso in demagogia, inconcludenza e disastri finanziari.
In questo contesto viene rafforzata la giunta regionale con l’impegno di personalità di grande competenza e prestigio. Entrano a far parte della giunta: il prof. Bruno Discepolo con delega all’Urbanistica; il dott. Ettore Cinque con delega al Bilancio; il dott. Gerardo Capozza con delega alle Attività Produttive; il dott. Franco Roberti, con delega alle Politiche per la Sicurezza. Il prof. Amedeo Lepore assume la responsabilità di consigliere del presidente, in ordine alla materia delle Zes della Campania.
Ringrazio i colleghi uscenti (dott.ssa Serena Angioli e dott.ssa Lidia D’Alessio) per l’importante lavoro e l’impegno profuso in questi anni.
Un ringraziamento particolare rivolgo al dott. Franco Roberti che, con generosità, ha offerto la sua collaborazione ed esperienza per la messa a punto di iniziative sempre più efficaci sul piano della sicurezza. Siamo di fronte a una grave emergenza. Dovremo lavorare a un grande progetto educativo rivolto alle giovani generazioni, ma anche a misure di prevenzione, di videosorveglianza, di contrasto forte a fenomeni di illegalità dovunque si manifestino (dalle ambulanze del 118 ai pronto Soccorso, ai quartieri, alle babygang, alle occupazioni abusive di immobili pubblici etc.). La Regione intende essere un punto di certezza e di serenità per i cittadini e le famiglie. Ci incoraggia e ci onora la decisione del Presidente della Repubblica di concedere la Medaglia d’Oro al Valor Civile a Teresa Buonocore, la madre coraggio assassinata anni fa. E questo ci impegna a batterci perché mai più ci siano tragedie simili”.