Regione, via libera dal consiglio alle norme sugli impianti elettrici

55
 
Il Consiglio regionale della Campania ha approvato a maggioranza la proposta di legge “Norme in materia di autorizzazione alla costruzione e all’esercizio di linee ed impianti elettrici non facenti parte della rete di trasmissione nazionale” con cui vengono stabiliti gli iter autorizzativi, gli organi e le amministrazioni competenti al rilascio di autorizzazioni e/o pareri, statuendo modalità e termini che le amministrazioni coinvolte nei procedimenti saranno tenute a rispettare nello spirito di semplificazione e accelerazione del procedimento amministrativo . La normativa dovrebbe consentire l’esecuzione, in tempi ragionevoli e con modalità semplificate, di impianti di estrema importanza per la collettività e permettere l’immediata e razionale utilizzazione degli investimenti relativi per l’economia regionale. La proposta di legge, inoltre prevede che la Regione deleghi all’Ente intermedio la competenza al rilascio delle autorizzazioni stesse, rispondendo all’esigenza di decentramento e nello stesso tempo utilizzando strutture tecnico amministrative adeguate. Il termine per la conclusione del procedimento autorizzativo è fissato in 180 giorni, decorrenti dalla presentazione dell’istanza di autorizzazione alla costruzione ed esercizio. Eventuali nulla osta, autorizzazioni o atti di assenso necessari, saranno acquisiti tramite silenzio assenso, oppure in conferenza di servizi. Per elettrodotti aventi tensione fino a 150.000 volt, già in esercizio prima della data di entrata in vigore della presente legge e per i quali non sia già stata rilasciata l’autorizzazione è previsto un procedimento abbreviato in caso di assenso dei proprietari interessati dall’opera e dei consensi delle amministrazioni competenti: in tale procedimento, l’autorizzazione si intende rilasciata nel caso in cui l’Amministrazione provinciale non si pronunci nel termine di 60 giorni.