Regione, voto sul collegato alla finanziaria: De Luca pone la fiducia

37

Fiducia sul collegato alla finanziaria. Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, ricorre allo strumento per la prima volta dall’inizio della decima legislatura regionale. Ai sensi dell’articolo 49 dello Statuto della Regione Campania, il presidente della Giunta può porre la fiducia sulla legge di bilancio annuale e pluriennale, sugli atti ad essa collegati, sulle leggi relative alla istituzione di tributi e imposte regionali, nonché sugli atti di adempimento di obblighi comunitari o da adottare. Il voto sul testo definitivo, sostituito da un maxiemendamento della maggioranza, è in programma domani, a 24 ore esatte dalla richiesta di fiducia posta da De Luca. Il governatore ha esteso la possibilità di ricorrere alla fiducia per testi di legge in discussione ritenuti cruciali, ma fino ad oggi non aveva mai ricorso a questo strumento. La questione di fiducia è approvata con voto palese per appello nominale e comporta l’approvazione del provvedimento sul quale è posta, senza poter apportare alcuna modifica. Il voto contrario della maggioranza assoluta dei consiglieri regionali sulla questione di fiducia determina l’obbligo di dimissioni del Presidente della Giunta regionale, della Giunta e lo scioglimento del Consiglio regionale. Durante i cinque anni di Governo regionale a maggioranza di centrodestra, Caldoro ha spesso fatto ricorso allo strumento della fiducia, considerato dall’ex presidente della Giunta “molto utile”.