Regno Unito, Masters in Management 2020: la Bocconi nella top 10 del Financial Times

105

Un programma di respiro internazionale, tra opportunità, mobilità, aula e faculty, e che prospetta progressi di carriera e salario, con tutti gli studenti in impiego a tre mesi dalla laurea. Sono questi i fattori che spingono la laurea magistrale in Management della Bocconi a guadagnare una posizione, e salire così al 9° posto nel mondo nel ranking Masters in Management 2020, pubblicato dal Financial Times. Il programma valutato dal quotidiano londinese è il corso di laurea magistrale, in inglese, Master of science in International Management. Corso che mira a preparare i futuri manager e imprenditori a dare un loro contributo all’interno di organizzazioni e aziende internazionali, applicando anche i principi della responsabilità sociale e della sostenibilità alla prassi aziendale. Diversi i criteri di valutazione che determinano la classifica tra cui il placement dei laureati, l’esperienza internazionale degli studenti durante il biennio e il miglioramento in termini di salario e carriera per i laureati. Questo risultato prosegue la serie di ottimi posizionamenti ottenuti dalla Bocconi nei più importanti ranking internazionali. Nei ranking di QS pubblicati la settimana scorsa sempre il Master in Management si è posizionato 9° al mondo e il Master in Finance 10°. Mentre l’Mba di SDA Bocconi si è classificato 10° in Europa e il migliore a livello mondiale dal punto di vista del ROI (return on investment) del programma. A giugno il Master of science in Finance ha raggiunto il 7° posto nella classifica di FT dei migliori programmi al mondo. “Il Master in International Management rafforza ulteriormente la sua posizione nella classifica più prestigiosa a livello internazionale, confermando la sua attrattività per i migliori talenti e la sua capacità di collegamento con il mercato del lavoro,” commenta il Prorettore all’internazionalizzazione, Stefano Caselli, che segue per l’Università i ranking. “Il successo di questo programma è frutto di un lavoro eccellente e continuo della nostra Scuola Graduate, diretta da Antonella Caru’, che porta ad una combinazione efficace di qualità dei contenuti, profilo accademico della faculty coinvolta e continua interazione con le imprese, le istituzioni finanziarie e le società di consulenza”. La Bocconi è presente in classifica anche con il programma CEMS, di cui è partner fondatore, che si posiziona al 13° posto.