Regno Unito, Trenitalia si rafforza: vinta la gara per il franchise ferroviario della costa occidentale inglese

15
Eurostar

Trenitalia si è aggiudicata con FirstGroup (30% e 70% rispettivamente) una gara per il franchise ferroviario della costa occidentale inglese, comprendente collegamenti intercity fra Londra, Edimburgo e Glasgow e servizi ad alta velocità da Londra a Birmingham. Lo si legge in una nota dopo la decisione delle autorità inglesi. “I ricavi del franchise sono stati nell’ultimo anno pari a oltre 1,250 miliardi di euro, con previsione di crescita nei prossimi anni”, si legge nel comunicato. “L’aggiudicazione di questa gara rappresenta un altro passo significativo nella nostra ambizione di svolgere un ruolo importante nel settore ferroviario del Regno Unito. Con questa partnership prosegue lo sviluppo internazionale del Gruppo Ferrovie dello Stato, in particolare in un mercato ad alto potenziale come quello del Regno Unito”, ha detto Gianfranco Battisti, amministratore delegato di Fs Italiane. “Dopo soli tre anni nel Regno Unito, rafforziamo la nostra presenza con la gestione di una delle linee ferroviarie più importanti in UK, in partnership con FirstGroup”, ha detto Gianfranco Battisti, amministratore delegato di Fs Italiane. “L’aggiudicazione di questa gara rappresenta un altro passo significativo nella nostra ambizione di svolgere un ruolo importante nel settore ferroviario del Regno Unito. Con questa partnership prosegue lo sviluppo internazionale del Gruppo Ferrovie dello Stato, in particolare in un mercato ad alto potenziale come quello del Regno Unito”. “A partire dall’acquisizione di c2c nel 2017, la nostra penetrazione del mercato britannico si è notevolmente rafforzata -attraverso investimenti in tecnologia e servizi ai clienti”, ha detto Battisti. “Trenitalia è ora uno dei principali operatori ferroviari in Europa: presente nei mercati francese, tedesco, greco e in partnerhisp austriaco e svizzero, oltreché in Italia e nel Regno Unito. La nostra ambizione è di crescere ulteriormente nel Regno Unito e altrove nei prossimi anni”.