Renault leader nell’elettrico con la nuova Megane E-Tech

7

La Megane cambia pelle e cuore. L’ultima versione della media Renault è infatti pure electric con un’autonomia fino a 470 chilometri, nuovo il design e l’intera costruzione degli interni. La nuova piattaforma Cmf-Ev consente infatti di collocare l’intero pacco batterie sul pianale, con un ingombro di appena 11 centimetri di spessore.
Ne consegue un maggiore spazio per guidatore e passeggeri all’interno della E-Tech Elctric. La nuova Megane è stata svelata stamane al’Iaa di Monaco di Baviera, e sarà assemblata a Douai in Francia, al centro di un centro industriale dedicato alle vetture elettriche che Renault ha chiamato ElectriCity.
Lunga 4,121 metri e con un passo di 2,7 metri, è alta solo un metro e mezzo, che unite alle ruote da 20 pollici le garantiscono un aspetto sportivo. Le linee, tolto il frontale molto minimale con solo le linee dedicate ai gruppi ottici full-led, restano tondeggianti, in stile Renault e in controtendenza rispetto alle “spigolature” degli altri centri stile. Gille Vidal, capo del design Renault, rivendica questa scelta spiegando come per questo progetto “siamo partiti dalle esigenze clienti” ottenendo comunque un coefficiente aerodinamico ottimo di 0,29.
“La nuova Megane è uno dei pilastri della nostra trasformazione. Siamo nel cuore di un segmento che rappresenta il 40% del mercato. Con questa vettura vogliamo dimostrare che guidare un’auto elettrica è divertente, ma è anche un’emozione” ha spiegato Luca De Meo, ceo di Renault. “Sono oltre 10 miliardi i chilometri percorsi dai 400mila veicoli elettrici Renault circolanti. Vendiamo 8 modelli elettrici, e ne lanceremo altri 14 entro il 2025” ha aggiunto, sottolineando come “questo veicolo trasmette emozione, lo abbiamo creato immaginandolo come la GTI dei veicoli elettrici. Ora giochiamo nella lega più importante dei veicoli elettrici”.
A livello tecnico, a spingere la nuova Megane è un motore che pesa appena 145 chili, trasmissione inclusa, che sarà offerto in due versioni da 130 e 200 cavalli, con coppia rispettivamente di 250 e 300 Nm. L’accelerazione è buona, da 0 a 100 km/h servono appena 7,4 secondi, la velocità massima è di 160 km/h. Ad aumentare l’autonomia ci pensa anche un sistema di frenata rigenerativa, adattabile ai diversi stili di guida. Le batterie pesano 395 chili, e sono al litio con tecnologia Nmc, ovvero nickel, manganese e cobalto con una maggiore densità. La capacità di queste batterie varia e viene offerta in due versioni da 40 e 60 kWh con offrono 300 e 470 km di autonomia. Il sistema di ricarica è universale, in grado di gestire tutti i sistemi da 22 a 130 kWh, sia in corrente alternata che continua.
Il cervello della nuova E-Tech è il sistema OpenR, un maxi-display da 12 più 12 pollici, da cui si gestiscono la guida del veicolo e l’intrattenimento.
E’ basato su Android OS, è stata sviluppato insieme a Google per la gestione dell’interazione con gli smartphone, d’avanguardia anche il sistema audio Arkamys. Amplissima l’offerta degli Adas, i sistemi di sicurezza, cui si aggiungono quelli di sicurezza passiva, tra cui anche il Fireman access, che consente ai vigili del fuoco di spegnere eventuali incendi del pacco batterie in appena cinque minuti. Tre i livelli di equipaggiamento.
(ITALPRESS).