Renzi all’attacco: “Classe politica di cialtroni”

10

Roma, 13 sett. (AdnKronos) – “Sui vaccini non si scherza. Siamo all’anno zero, all’abc. Su questi argomenti non può legiferare una classe politica di cialtroni.” Lo dice il senatore del Pd, commentando a Circo Massimo su Radio Capital la fiducia sul decreto che rinvia l’obbligo vaccinale. Sul tira e molla che si è registrato nella maggioranza di governo sulle norme contenute nel decreto Milleproroghe, l’ex premier sottolinea: “Chi ha votato contro l’obbligo vaccinale, va contro la salute dei nostri figli. Una classe politica che gioca sui vaccini è una classe politica di cialtroni”.

Secondo Renzi “il governo M5S-Lega è molto più compatto di quello che si pensi. Litigano tutti i giorni, causeranno una crisi economica, ma – osserva – nessuno li schioda”.

L’ex segretario dem assicura poi: “Ovviamente sarò in piazza il 30 settembre, spero che nel Pd continui questa voglia di farsi sentire. Basta con la rassegnazione, abbiamo fatto 6 mesi di autoanalisi ora ‘in piedi’ per riuscire a rimettere in moto l’Italia. Se aspettiamo Salvini e Di Maio – insiste – siamo finiti”.

“Io ho vinto per due volte” e “dal giorno dopo – ricorda – mi hanno fatto la guerra. Quelli della sinistra radicale o anche i miei compagni di partito hanno fatto la guerra al Matteo sbagliato, spalancando le porte al populismo dei leghisti e dei 5Stelle. Per questo ho detto che chiunque vinca il congresso del Pd non deve subire il trattamento che ho subito io. Basta con il fuoco amico”. Sui tempi del congresso, Renzi lascia la decisione a Martina, mentre sulla candidatura alla segretaria di Nicola Zingaretti ripete: “non ho nulla contro di lui, faccia la sua gara, se vincerà – conclude – avrà il nostro sostegno”.