Renzi: nessuno ha abbandonato il Sud. Pd si assuma le proprie responsabilità

50

Se qualcuno vuole strumentalizzare la discussione a fini interni, contingenti, commette un errore clamoroso“. E’ la premessa con cui il premier Matteo Renzi inizia il proprio intervento alla Direzione del Pd, convocata nei giorni scorsi per fare il punto sulla politica per il Mezzogiorno, dopo la diffusione dei dati Svimez, che Renzi ha definito “estremamente negativi, da afforntare in una direzione storica molto ammpia“. “Se vogliamo affrontare i dati Svimez – ha detto Renzi – dobbiamo partire da una lettura storica. I punti aperti del Sud non sono i tomi e tomi del dibattito Svimez o sui giornali, ma sono luoghi fisici, culturali, imprenditoriali. Il Sud non e’ un insieme di documenti, ma di volti e storie, che attendono dal Pd e dal governo la capacita’ di dire parola fine a decenni di rimpalli. Se il Sud e’ in difficolta’ non si puo’ dare la colpa a chi lo avrebbe abbandonato. E’ una lettura auto assolutoria per la classe dirigente del Sud. La classe dirigente del Mezzogiorno non puo’ esimersi dall’assumersi le proprie responsabilita’“.

Bagnoli, Renzi: paradossale cercare un esperto di norme. Sblocchiamo il commissariamento

Sud, Renzi: Infrastrutture e turismo, pronti interventi speciali

Tartaglione (Pd Campania): L’Italia riparte solo insieme al Sud