Research Transfer Award, insigniti a Napoli i campioni della ricerca

78
Va a Paolo Dario, direttore dell’Istituto di Biorobotica della Scuola Superiore Sant’Anna, il ”Research transfer award”, con il quale la Fondazione Ricerca & Imprenditorialità sostiene i docenti universitari che maggiormente si sono distinti per il ruolo assunto nel trasferimento tecnologico alle società e al mondo produttivo. Il riconoscimento è stato assegnato stamattina, lunedì 9 maggio a Napoli nell’ambito del workshop “Le startup Innovative: una risorsa per il sistema Paese” promosso dalla Fondazione in collaborazione con la Regione Campania e con l’Università Federico II e al quale hanno partecipato Pierdomenico Perata, rettore della Sant’Anna e Stefania Giannini, ministro dell’Istruzione, università e ricerca, Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, Mauro Moretti, amministratore delegato e direttore generale di Leonardo – Finmeccanica nonché presidente della Fondazione Ricerca & Imprenditorialità; Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia,Roberto Cingolani, direttore scientifico dell’Istituto Italiano di tecnologia, Massimo Inguscio, presidente del Consiglio nazionale delle ricerche, Gaetano Manfredi, rettore dell’Università Federico II; Innocenzo Cipolletta, presidente del Fondo italiano d’investimento. L’iniziativa unisce in una giornata di approfondimento università, grandi imprese, banche, fondi di venture capital e istituzioni, per riflettere sulle recenti esperienze in fatto di startup e costituisce l’occasione per delineare politiche che fanno delle nuove imprese innovative un cardine essenziale nello sviluppo dell’innovazione per soddisfare la domanda pubblica e privata. 

Oltre a Paolo Dario, sono stati premiati Antonello Cutolo, docente all’Università del Sannio di Benevento; Alfredo Nicosia, docente all’Università Federico II di Napoli; Alessandro Sannino, docente all’Università del Salento di Lecce; Marco Cantamessa, docente del Politecnico di Torino;Riccardo Pietrabissa, docente del Politecnico di Milano. Oggi il trasferimento di conoscenza, del ”know how” e delle tecnologie dall’università al mondo delle imprese è diventata la vera sfida per il mondo accademico.