Restauro della Reggia di Caserta
Fine primo intervento su facciata

32

Giungono ad un primo risultato concreto gli interventi di restauro della facciata principale della Reggia di Caserta finanziati dal Programma operativo interregionale POIn “Attrattori culturali, naturali e turismo”.  E’ Giungono ad un primo risultato concreto gli interventi di restauro della facciata principale della Reggia di Caserta finanziati dal Programma operativo interregionale POIn “Attrattori culturali, naturali e turismo”.  E’ stato infatti smontato il ponteggio che ricopriva la facciata nella parte sud-orientale del monumento patrimonio dell’Unesco, a fianco alla porzione occupata dall’Aeronautica, dove nell’ottobre del 2012 si erano verificati dei crolli dai cornicioni; anche le transenne che erano state poste per motivi di sicurezza verranno ora rimosse. I lavori di questo primo lotto, partiti a giugno del 2014, sono costati 9,3 milioni di euro; le opere proseguiranno nella parte est della Reggia dove sempre nello stesso periodo del 2012 si erano verificati altri crolli. Gli interventi hanno riguardato la pulitura, la rimozione delle cosiddette «croste nere», il consolidamento superficiale e la protezione finale del paramento lapideo e della cortina in laterizi, risultati oggetto di scarsa manutenzione negli scorsi anni. Durante le opere sono state eseguite indagini diagnostiche strumentali e prove di laboratorio sulla composizione geologica e sullo stato di conservazione del materiale lapideo i cui esiti consentiranno di verificare l’efficacia dell’intervento.