Revisori legali, con terzietà ruolo decisivo nel pubblico e nel privato

17

Roma, 22 giu. (Labitalia) – “Il nostro ruolo è diventato decisivo in ogni ambito, pubblico e privato, grazie al principio della terzietà: intendiamo intervenire per far chiarezza anche nei bilanci della partecipate proprio per assicurare al paese e ai cittadini-contribuenti una nuova e sana stagione economica, con la corretta gestione dei conti nella pubblica amministrazione e nelle imprese, operando in tutti gli ambiti che ci competono”. A dirlo, oggi, Virgilio Baresi, presidente dell’Inrl, Istituto nazionale revisori legali, in occasione dell’assemblea generale.

Il vicepresidente del Parlamento Ue, Fabio Massimo Castaldo, intervenendo all’assemblea, ha affermato che “figure professionali di respiro europeo come i revisori legali non possono che contribuire al riassetto economico del paese, riconquistando anche quel rispetto che l’Italia merita nell’assise europea”. Un importante riconoscimento professionale che il presidente dell’Inrl, Virgilio Baresi, ha salutato “con grande soddisfazione rilanciando anche due istanze che da tempo rappresentano le più urgenti richieste della categoria, ovvero la rappresentanza tributaria estesa ai revisori legali per poter esercitare il loro ruolo in tutti i tribunali italiani e una cassa di previdenza”.

Il vicepresidente del parlamento Ue ha replicato dicendo che “il nuovo governo nazionale dovrà tenere nella massima considerazione le istanze della categoria, partendo proprio dalla rappresentanza tributaria, e in materia previdenziale ha auspicato il progetto per una cassa di previdenza delle professioni che riunisca tutte le categorie professionali, ordinistiche e non”. All’assemblea generale Inrl ha partecipato anche il presidente del Cnel, Tiziano Treu, che ha annunciato “l’imminente costituzione della Consulta del lavoro professionale nella quale saranno coinvolti i revisori legali e tutte le preminenti figure professionali operanti in Italia”.