“RI-Valutare la sicurezza”, all’Iti Ferraris di Scampia la finale del bando nazionale

211

Presentato alla stampa e alle istituzioni il 19 febbraio del 2020 nel corso di una conferenza stampa svoltasi all’Hotel Royal di Napoli, poi sospeso per le restrizioni imposte dalla pandemia da Covid 19, giunge oggi al nastro di arrivo la nona edizione del bando nazionale “RI-Valutare la sicurezza” organizzato dall’Iti G. Ferraris di Scampia, guidato dal Dirigente Scolastico Saverio Petitti, in collaborazione con la AIP&P (Associazione Italiana Prevenzione e Protezione), in partnership con il Comune di Napoli, la Federazione dei Cavalieri del Lavoro, l’ispettorato Nazionale del Lavoro Area Sud, l’Adecco e Federmanager.
La cerimonia di premiazione si terrà domani, venerdì 20 maggio dalle 10,00 alle 13,00, nell’Auditorium dell’istituto napoletano. Prevista la partecipazione del vice sindaco di Napoli con delega all’Istruzione Maria Filippone, del direttore dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro Area Sud Giuseppe Cantisano, del Cavaliere del Lavoro Stefania Brancaccio, del presidente della AIP&P Ludovico Russo e del presidente onorario della della AIP&P Mario Corrente.
Il concorso, aperto alle scuole di primo e secondo grado di tutta Italia, impegna gli studenti nella produzione di video, spot o manifesti sul tema della sicurezza sul lavoro. Undici le scuole iscritte per l’edizione 2022, 23 i lavori arrivati in finale.
“Promuovere le competenze in materia di sicurezza sul lavoro stimolando la straordinaria creatività degli studenti di tutta Italia  – spiega il preside del prestigioso istituto tecnico industriale napoletano Saverio Petitti – ci è sembrato il modo migliore per rilanciare questo progetto formativo che possiamo considerare oramai strutturato e particolarmente apprezzato dalle istituzioni”.
“Indipendentemente dalle scuole italiane che si aggiudicheranno i premi previsti per i primi tre classificati, dotazioni antinfortunistiche e targhe di merito – conclude Petitti –, domani celebreremo una piccola ma importante vittoria di tutti: un piccolo ma significativo passo avanti nella promozione della cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro ancora oggi, malauguratamente, troppo spesso trascurata”.