Ricerca, il Cnr scopre il materiale “bifronte”: combina le proprietà di fluidi e solidi

26

Un materiale bifronte racchiude due stati della materia, combinando le proprietà del fluido con quelle della struttura fissa e periodica delle particelle tipica del solido. E’ stato chiamato ‘supersolido’, e’ stato scoperto nell’autunno 2018 ma la sua natura duplice e’ stata scoperta adesso e descritta sulla rivista Nature dai gruppi del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) di Pisa e Trento e delle università di Firenze e Trento. La ricerca ha coinvolto il Dipartimento di Fisica e il Laboratorio europeo di spettroscopia non lineare (Lens) dell’Universita’ di Firenze, l’Istituto nazionale di ottica del Cnr (con le sedi di Pisa e di Trento) e il Dipartimento di fisica dell’Universita’ di Trento. “Anche se il supersolido fatto di atomi ultrafreddi e’ un materiale che esiste solo in laboratorio, quello che puo’ insegnarci puo’ portare allo sviluppo di nuovi materiali e di nuove tecnologie”, hanno detto Luca Tanzi, Eleonora Lucioni e Giovanni Modugno dell’Universita’ di Firenze.