Ricerca, cura dell’obesità: riconoscimento al centro Cibo della Federico II

36
in foto Annamaria Colao, professore ordinario di Endocrinologia dell'Università Federico II di Napoli

Il centro Cibo, guidato dalla professoressa Annamaria Colao, ha ricevuto il riconoscimento di centro specializzato per la cura dell’obesità nell’adulto, accreditato dall’Easo – Associazione europea per lo studio dell’obesità. L’obesità rappresenterebbe una malattia metabolica in continua crescita: infatti,èstato stimato che nel mondo i pazienti obesi superino i 500 milioni. Questi numeri lascerebbero intendere come l’obesita’ stia diventando un problema dilagante nel mondo e anche nel nostro Paese ed a detenere il primato sarebbe la Campania con una percentuale di obesi che arriverebbe al 37,4% della popolazione. L’Easo, pertanto, ha sviluppato in tutta Europa una rete di centri specializzati per la cura della patologia, in cui la qualita’ dell’assistenza offerta ai pazienti sarebbe particolarmente elevata e aderirebbe a riconosciute linee guida europee e accademiche. Il centro Cibo farà parte del network clinico e di ricerca per il triennio 2019-2022. In questo periodo il centro avra’ l’opportunita’ di contribuire a molteplici e importanti progetti anche dell’Easo stessa.