Ricerca: dalle Tac ai controlli in dogana, nuovo materiale ‘smaschera’ radiazioni

47

Roma, 30 mag. (Adnkronos Salute) – Radiografie e Tac più accurate e controlli ai confini nazionali più veloci, in caso di trasporto di materiale radioattivo. Così potrà essere impiegato l’innovativo ‘scintillatore plastico’ a base di nanoparticelle di perovskite e molecole organiche, realizzato dall’università di Milano-Bicocca, in collaborazione con l’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn), l’Istituto italiano di tecnologia (Iit) e la start-up Glass to Power Spa. Il lavoro, pubblicato su Nature Nanotechnology, ha coinvolto tre team di ricerca dei dipartimenti di Scienza dei materiali e di Fisica dell’ateneo guidati da Sergio Brovelli, Mauro Fasoli e Luca Gironi, ricercatori anche presso la sezione di Milano-Bicocca dell’Infn.