Ricerca scientifica, asse Italia-Brasile: incentivi ai progetti congiunti

60

Nell’ambito del Programma Esecutivo di Cooperazione Scientifica e Tecnologica tra Italia e Brasile, la Direzione Generale per la promozione del Sistema Paese del Maeci e il Conselho Nacional das Fundações Estaduais de Amparo à Pesquisa della Repubblica Federale del Brasile hanno lanciato un bando per progetti di ricerca congiunti con scadenza il 24 gennaio 2020.
Le proposte possono essere presentate nelle seguenti tematiche: Intelligenza Artificiale, Scienze di base (Chimica, Fisica, Matematica), Malattie trasmissibili, Produzione distribuita di energia da fonti rinnovabili, Nutrizione e malattie metaboliche, Agricoltura di precisione, Scienza spaziale, Produzione e sfruttamento sostenibile di minerali strategici.
Le attività di ricerca sono co-finanziate da entrambe le parti. In Italia si richiede un co-finanziamento pari al 50% da parte dell’organismo di ricerca.
Per la parte italiana, la call è rivolta ad organizzazioni di ricerca pubbliche o private. Per la parte brasiliana, la call è aperta a coordinatori/ricercatori, che stanno implementando attività di ricerca in università, istituti, e centri di ricerca brasiliani.