Fedele: Ridurre le tasse aeroportuali prima che le compagnie low-cost decidano di abbandonare Capodichino

89
in foto l'Aeroporto internazionale di Capodichino a Napoli (Imagoeconomica)

di Sergio Fedele*

Siamo perfettamente d’accordo con la proposta del presidente di Assaeroporti  Carlo Borgomeo di ridurre le tasse aeroportuali. E abbiamo chiesto ai sindaci dei Comuni della Penisola Sorrentina, dell’ Isola di Capri e di Gragnano di sostenerne la proposta.
Lo abbiamo chiesto anche all’assessore regionale al Turismo Felice Casucci e al delegato di Anci Campania al Turismo Daniele Milano.
Occorre farlo soprattutto per non zavorrare il nostro turismo di un peso insostenibile, con il rischio concreto che le compagnie aeree low-cost decidano di abbandonare i nostri scali.

Occorre intervenire senza esitazione. A Napoli la questione è ancora più grave, a causa di un ulteriore  incremento della tassa aeroportuale, collegato a ripianare l’enorme debito accumulato dal Comune di Napoli. Non si può frenare il settore che porta economia e occupazione a tutta la città. Non si può far pagare al turismo delle località turistiche campane il disastro accumulato dal Comune di Napoli.

Atex Campania è stata l’ unica associazione che si è battuta per tentare di bloccare questo incremento. Abbiamo condiviso la posizione che prese il presidente Roberto Barbieri che incontrammo qualche mese fa. Ora aderiamo convintamente alla proposta del presidente Borgomeo e speriamo che lo facciano tutti i rappresentanti istituzionali delle zone turistiche campane

*presidente di Atex Campania