Rifiuti Campania, Bertolaso rischia il processo per i fatti del 2006-2007

46

L’ex capo della Protezione Civile e tra i candidato al Campidoglio per il centrodestra, Guido Bertolaso, rischia di finire sotto processo per una vicenda risalente al periodo in cui è stato commissario straordinario ai rifiuti della Campania “dall’ottobre 2006 al luglio 2007“. In particolare il pm Lina Cusano ha chiesto il rinvio a giudizio di Bertolaso per una presunta violazione della normativa ambientale, secondo gli “articoli 81 cpv e 40 cpv. Cp 256 co. 1, decreto legislativo B152/06“. A decidere sarà il gup Stefano Aprile, a cominciare dal prossimo 22 marzo. L’udienza di oggi è stata rinviata per un problema di notifiche.

Il procedimento torna a piazzale Clodio dopo la decisione della Cassazione, di cui s’è avuta notizia nel dicembre scorso, che aveva esaminato il ricorso dell’Avvocatura dello Stato, che assiste Bertolaso, riguardo la prescrizione delle accuse. A parere della Suprema corte il gup non aveva chiarito le ragioni per le quali si era ritenuto di non prosciogliere nel merito l’ex commissario straordinario, nominato nell’ottobre 2006 da Romano Prodi per gestire il collasso delle discariche campane. Sulla base di tutto questo il pm Cusano ha imputato a Bertolaso il fatto che non avrebbe impedito “ma anzi consentito la violazione della normativa ambientale e delle opcm autorizzative degli impianti di selezione dei rifiuti a valle della raccolta degli stessi“. Il pubblico ministero ricorda come parti offese la presidenza del consiglio e la Regione Campania.