Rifiuti, De Luca: Il 20% andrà in discarica come ovunque

43


“Alla fine di tutto il ciclo di differenziata, compostaggio e trattamento negli stir ci sarà un 20-25% di rifiuti tra quelli trattati va mandato in discarica. Quando sarà necessario individueremo una sola grande area dove accumulare questi rifiuti, senza ideologismi, perché un posto dove portare gli scarti finali bisogna trovarlo, come capita in tutto il mondo, mica possiamo mangiarli a colazione”. Lo dice Vincenzo De Luca, presidente della giunta regionale della Campania, spiegando la presenza delle discariche nel piano rifiuti della Regione, criticato dall’ex assessore all’ambiente della giunta Caldoro, Giovanni Romano. “La discarica – ha detto De Luca – se viene allestita come un sito industriale non comporta problemi. Si individua un’area che ha un fondo di argilla, si fa l’impermeabilizzaizone, si fa un impianto di struttamento del metano. L’importante è farci togliere la multa di 22 milioni di euro che stiamo pagando, 120.000 euro al giorno, per aver presentato un piano della Regione che prevedeva tre termovalorizzatori, gli impianti di compostaggio e la rimozione delle ecoballe e non hanno fatto niente. Avendo detto che non vogliamo fare i termovalorizzatori abbiamo fatto il massimo nella compatibilità ambientale”.