Rifiuti, Fico alla Federico II: Non ci saranno nuovi termovalorizzatori

31
In foto Roberto Fico, presidente della Camera dei Deputati

“Non mi piace che si arrivi qui e si dica al sindaco di Napoli di mangiarsi i rifiuti. Nessuno parla così al sindaco della capitale del Sud Italia e città fondamentale del Mediterraneo. Da questo punto di vista nessuno passa”. Così il presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico, a margine della cerimonia per celebrare i 45 anni della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’università Federico II di Napoli, si è espresso in merito alle dichiarazioni del ministro dell’Interno Matteo Salvini, intervenuto ieri a seguito del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica da lui presieduto in Prefettura a Napoli. “E’ uno schiaffo forte a questa città e a questa Regione – ha proseguito Fico – arrivare qui e dire che ci vuole un termovalorizzatore a provincia dopo le lotte che sono state fatte e dopo l’avanzamento delle nuove tecnologie”. “Ve lo assicuro, non si farà neanche un inceneritore in più, ma molti più impianti di compostaggio per la frazione umida dei rifiuti solidi urbani, più differenziata e più impianti di trattamento meccanico manuale dove si ricicla il tutto”, ha annunciato il presidente della Camera, aggiungendo: “In questa regione abbiamo bisogno di impianti di compostaggio, di trattamento meccanico manuale, di raccolta differenziata porta a porta, di riciclo, di riutilizzo e di riduzione a monte dei rifiuti”. “Di questo abbiamo bisogno, fuori dalla logica dei termovalorizzatori. E se dopo tanti anni lo dobbiamo ridire, lo diciamo ancora più forte, e siamo pronti a lottare per questo”.