Rifiuti, il ministro Costa contro la Regione: Della chiusura di Acerra si sapeva da un anno

199
in foto il termovalorizzatore di Acerra

“La Regione Campania lo sapeva da un anno e non è che arrivi agli ultimi giorni senza aver trovato una vera soluzione, la pianifichi un anno fa quando lo sapevi perché è una manutenzione straordinaria programmata”. Così il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa a Battipaglia (Salerno) parlando della chiusura del termovalorizzatore di Acerra, in Campania. “Questo – ha proseguito Costa – non vuol dire che il ministro dell’Ambiente per questo motivo si chiama fuori. Non è mia competenza ma ho già preso contatti con il presidente della Regione Campania dicendogli che se ha bisogno di me per velocizzare l’assegnazione dei rifiuti all’estero o altrove sul territorio nazionale io ci sono e lo sostengo. Che, tradotto, significa prendere accordi internazionali o nazionali mettendomi al suo fianco con tutto il peso che può avere un ministro dell’Ambiente”. Costa, in ogni caso, ha scongiurato l’ipotesi di una nuova emergenza ambientale. “Noi l’abbiamo vissuta per troppi anni. Basta, il popolo campano ha già dato troppo. Troviamo la soluzione, pur non avendo competenza io do una mano”.