Rifiuti, il presidente della Provincia di Benevento Ricci: Scongiurata la crisi dopo l’incendio

23

Scongiurato l’insorgere di una crisi rifiuti nel Sannio a seguito dell’incendio allo Stir di Casalduni (Benevento) che ne ha bloccato a tempo, al momento non determinato, le attività di trattamento della frazione indifferenziata di rifiuti. Lo rende noto il presidente della Provincia Claudio Ricci che ha ottenuto dalla Regione Campania l’adozione di un suo piano straordinario per il conferimento della frazione indifferenziata che in totale si aggira quotidianamente sulle 90 tonnellate da parte dei 78 comuni sanniti presso gli Stir di altre province campane attuando un principio di prossimità territoriale. La decisione è scaturita al termine di un summit, riunito d’urgenza su richiesta dello stesso Ricci presso la sede della Provincia, cui hanno partecipato il vice presidente e assessore all’Ambiente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola ed il Prefetto di Benevento Francesco Cappetta. Il forzato blocco delle attività di trattamento della frazione indifferenziata di rifiuti dello Stir di Casalduni ha infatti creato già da stamani problemi per il conferimento con i tir provenienti da alcuni comuni che hanno dovuto fare retromarcia verso le sedi di partenza.