Riflettori puntati su altcoin: tra euforia e paura in un inizio di mercato rialzista

84

Il prezzo della maggior parte delle altcoin, come il bitcoin, ha avuto un inizio promettente per il 2023.

Un nuovo anno… e un nuovo mercato? Per quanto nuovo, non possiamo dirlo. Ma che le prospettive siano un po’ più promettenti rispetto alla fine dell’anno scorso sembra sicuro, almeno per il momento. 

Il Bitcoin ha iniziato l’anno riguadagnando i 18.000 dollari che aveva perso a metà dicembre e il resto del mercato delle criptovalute ha seguito l’esempio. In effetti, la maggior parte delle principali altcoin ha registrato aumenti di prezzo superiori a quelli del BTC, in termini percentuali. 

Quando si apre un qualsiasi sito web di monitoraggio del mercato, il colore predominante è il verde. Qualcosa che, dobbiamo ammettere, era difficile da trovare alla fine dell’anno. Siamo onesti: tutto il 2022 è stato prevalentemente rosso nei mercati. 

Secondo i nostri esperti, che hanno eseguito numerose analisi su quanto avvenuto l’anno passato, è giunto il momento di voltare pagina per il mercato e tornare in un ambiente positivo. Per non parlare dei crolli, dei progetti falliti e delle perdite multimiliardarie che tutte queste situazioni hanno comportato. E finora sembra che il mercato sia disposto a farlo.

Alcune candele rosse

Come già detto, l’anno è iniziato con prospettive promettenti per il mercato nel suo complesso. Tanto che solo 2 delle 50 principali criptovalute non hanno disegnato i loro grafici di prezzo in verde. 

Uno di loro è stato apparentemente colpito dalle voci che circondano l’exchange di Huobi. E nonostante ciò, questa criptovaluta sta resistendo a un calo abbastanza moderato all’inizio del 2023. L’altcoin è sceso di circa il 7% dopo alcuni interessanti movimenti al rialzo nei mesi precedenti. Questa situazione, che si trascina da settimane prima della fine dell’anno, ha colpito anche una stablecoin collegata molto indirettamente all’exchange: attraverso un noto dirigente di Huobi. 

Ricordiamo che se gli investitori vogliono approfittare di queste tendenze, possono investire in criptovalute tramite piattaforme sicure e affidabili come Teslacoin, che oltre a offrire la possibilità di negoziare crypto popolari come BTC ed ETH, offre anche l’opportunità di negoziare criptovalute meno note e di guadagnare sia in caso di rialzi che di ribassi delle stesse. Inoltre, questa piattaforma gode di un ottimo feedback tra i suoi utilizzatori più frequenti.

I maggiori guadagni del mercato

Nel secondo giorno dell’anno, c’erano già almeno un paio di criptovalute che si distinguevano sul mercato. E non si trattava né di bitcoin (BTC), la principale criptovaluta per capitalizzazione di mercato, né di Ethereum (ETH), la seconda criptovaluta di maggior valore sul mercato. 

Ma entrambe le monete erano legate alla suddetta: una per essere nata da una biforcazione del codice di bitcoin ed averne ereditato diverse caratteristiche chiave; l’altra, per essere il token di una delle più popolari piattaforme di staking di Ethereum, dopo l’abbandono del mining in quella rete. 

Il prezzo di quest’ultimo è aumentato fino all’80% negli ultimi giorni. Ma non è stato l’unico token legato allo staking di Ethereum ad averne beneficiato di recente. Anche altri hanno reagito negli ultimi giorni. 

Al momento, il mercato sembra positivo per l’inizio del 2023. Tuttavia, il sentimento è ancora favorevole alla paura diffusa. Almeno questo è ciò che indica l’indice della paura e dell’avidità (fear and greed index), anche se questo potrebbe indicare un rally sostenuto nel mercato delle criptovalute.  

Gli analisti si aspettano che quest’anno sia di ripresa, mentre il Bitcoin si avvicina a un nuovo dimezzamento, a poco più di un anno di distanza. E data la natura rialzista dell’influenza del dimezzamento sul mercato, l’ottimismo potrebbe iniziare a farsi strada.