Riforma degli ammortizzatori sociali, Capone (Ebac): Fondi bilaterali modello da seguire

287
in foto Achille Capone

Sono oltre 13mila lavoratori di 6mila aziende artigiane della Campania che, nel primo trimestre 2021, hanno percepito 18,7 milioni di euro di contributi per la Cassa Integrazione da Covid-19 a fronte di circa 3 milioni le ore di lavoro perse nei primi tre mesi di quest’anno, rendicontate da Ebac, Ente Bilaterale Artigianato Campania. Dati che si vanno ad aggiungere agli 88,1 milioni di euro (pari al 99,33 per cento della rendicontazione) erogati lo scorso anno a livello regionale come Cig per la pandemia.
“Sono numeri che rendono evidente come il modello della bilateralità sia un’esperienza da salvaguardare e rafforzare nella prospettiva della riforma degli ammortizzatori sociali – sottolinea Achille Capone, presidente dell’Ebac -. Il nuovo sistema, annunciato dal ministro del Lavoro Andrea Orlando, sulla base del principio di mutualità garantirebbe i trattamenti di cassa integrazione, sia ordinaria che straordinaria, a tutti lavoratori, secondo le dimensioni delle aziende ed i comparti di appartenenza”.
Per Capone è la solidarietà che deve ispirare la riforma degli ammortizzatori sociali: “non a caso – prosegue il presidente – il nostro Fondo nazionale, Fsba, poggia proprio su questo principio e, nel caso dell’emergenza Covid, siamo riusciti a pagare i sostegni agli artigiani molto prima dell’Inps, impegnando i fondi delle aziende iscritte all’Ebac e poi integrandoli con i fondi pubblici”.
Nel progetto ministeriale, infatti, tutti i datori di lavoro devono iscriversi e contribuire al fondo bilaterale di riferimento, elementi che diverrebbero vincolanti al rilascio del Durc. “In tal modo – aggiunge Anna Letizia, vice presidente dell’Ebac – ai lavoratori coperti dai fondi bilaterali sarebbero assicurati gli stessi elementi di tutela e durata garantiti ai lavoratori coperti da Cigo e Cigs”. La valorizzazione dell’esperienza realizzata in un periodo di emergenza, come quello della pandemia, consentirebbe al sistema degli ammortizzatori sociali un salto di qualità in senso solidaristico attraverso la creazione di un ‘superfondo intersettoriale’, ovvero una camera di compensazione per fronteggiare eventuali crisi dei singoli fondi.
Nel 2020 il Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato (Fsba) ha erogato 2.227.670.074 di euro; mentre sono circa 340 milioni di euro a livello nazionale i sostegni da Covid-19 erogati nei primi tre mesi di quest’anno.