Rimini, turisti pestati a sangue per un orologio

19

Rimini, 19 ago. (AdnKronos) – Presi a calci e pugni per l’orologio e il cellulare. Brutta avventura a Rimini per una coppia di turisti, malmenati da tre rapinatori giovanissimi, un 19enne, un 20enne e un 15enne, poi arrestati dalla polizia. Gli agenti sono intervenuti intorno alle due di notte sul lungomare Tintori all’altezza di via I Vitelloni, dopo una chiamata al numero di emergenza della Centrale operativa della Questura, che segnalava la presenza di due giovani, spaventati e feriti, che chiedevano aiuto.

Prestate le prime cure ai due turisti e allertato il 118, hanno ricostruito l’accaduto con l’aiuto delle vittime della rapina. I due, usciti da una festa di addio al celibato, avevano parcheggiato la macchina in via I Vitelloni per fare una passeggiata sul lungomare; appena si sono incamminati in quella direzione sono stati però aggrediti da dietro da tre individui con calci, pugni e anche con un casco da motociclista. L’obiettivo era l’orologio di una nota marca al polso di uno dei due – del valore di circa 6000 euro – e i telefoni cellulari di entrambi. Le vittime hanno riportato vari traumi facciali ed ecchimosi varie nonché, per uno dei due, la frattura di una costola, per una prognosi rispettivamente di 22 e 12 giorni.