Rincari, allarme di Federcasalinghe: Aiuti alle famiglie, no a finanziamenti a chi spinge l’inflazione

66
Federica Gasparrini , presidente Federcasalinghe (Imagoeconomica)

Cresce l’allarme delle famiglie per l’aumento indiscriminato del costo della vita. A sottolinearlo Federcasalinghe, che da una verifica basata su 5 grandi aree urbane – Torino, Milano, Roma, Napoli, Palermo -ha certificato l’impennata dell’inflazione. I dati dimostrano che i beni primari, quelli di cui le responsabili di casa non possono fare a meno, incidono notevolmente sul budget familiare. Media fra 5 aree urbane: pane 16%, pasta 500 gr 22%, carne (fettine) 21%, frutta di stagione e verdura 14%, servizi 20%, bar e ristoranti 12%, bollette luce e gas 40%. “Mi domando – dichiara Federica Gasparrini , presidente Federcasalinghe – come potranno le famiglie a reddito fisso, sopportare questa spinta inflazionistica irrazionale ed ingiustificata. Federcasalinghe suona un campanello d’allarme. Il Governo deve intervenire subito, con regole chiare ed aiuti alle famiglie, non con finanziamenti a chi spinge l’inflazione”.