Rinchiusa 15 anni in uno sgabuzzino al freddo: morta 33enne

18

Tokyo, 27 dic. (AdnKronos/dpa) – La polizia giapponese ha arrestato i genitori di una donna di 33 anni, morta assiderata dopo che era stata segregata per quasi 15 anni in uno sgabuzzino privo di riscaldamento. I genitori della donna, che al momento della morte pesava solamente 19 chilogrammi, hanno detto di averla confinata nell’angusto spazio di appena 3 metri quadrati quando la figlia aveva circa 16 o 17 anni, poiché a causa di problemi mentali era divenuta violenta. I due sono stati arrestati dopo aver denunciato la morte della figlia alla polizia.

Per assicurarsi che la reclusione della figlia non venisse scoperta, il padre 55enne e la madre 53enne avevano installato una decina di telecamere di sicurezza attorno alla loro casa di Osaka.

I due avevano costruito all’interno della casa una stanzetta apposita per la figlia, la cui porta poteva essere aperta solamente dall’esterno. La stanzetta era attrezzata con una toilette rudimentale e un rubinetto, utilizzato dalla donna per bere.