Rinnovabili area Med: call da 13,4 milioni

31

Si chiama Eranetmed ed un’iniziativa del settimo Programma quadro dell’Unione europea che mira al coordinamento delle attività dei diversi programmi di ricerca nazionali degli Stati membri Ue, dei paesi associati ai Si chiama Eranetmed ed un’iniziativa del settimo Programma quadro dell’Unione europea che mira al coordinamento delle attività dei diversi programmi di ricerca nazionali degli Stati membri Ue, dei paesi associati ai programmi quadro di ricerca dell’Europa e dei paesi partner del Mediterraneo. In particolare, l’obiettivo è quello di rafforzare la collaborazione e la capacità comune di ciascun programma di ricerca di affrontare alcune delle principali sfide che l’area del Bacino sta affrontando e rafforzare la cooperazione nella ricerca euro-mediterranea. La call In questo quadro Eranetmed ha lanciato un invito a presentare proposte di ricerca sulle energie rinnovabili, le risorse idriche e le loro connessioni per la Regione del Mediterraneo. Si tratta di una call in cui ogni agenzia di finanziamento sostiene le proprie organizzazioni nazionali di ricerca. Il bando è cofinanziato da quindici Paesi euro-mediterranei: Algeria, Cipro, Egitto, Francia, Germania, Grecia, Italia, Giordania, Libano, Malta, Marocco, Portogallo, Spagna, Tunisia, Turchia. Le risorse Il contributo finanziario totale della call è di 13 milioni e 420 mila euro. Per candidarsi e presentare un progetto è necessario che il consorzio promotore comprenda partner provenienti da almeno 3 paesi diversi (con agenzie nazionali cofinanziatrici) di cui almeno uno da uno Stato membro dell’Ue/paese associato al programma quadro comunitario di ricerca e uno da un Paese partner mediterraneo. I candidati possono beneficiare dei finanziamenti secondo le norme delle rispettive agenzie nazionali di finanziamento (che determineranno anche i costi ammissibili). L’Italia, attraverso il ministero dell’Università, dell’Istruzione e della Ricerca si impegnerà con un contributo finanziario pari a 2 milioni di euro. Chi può partecipare Possono partecipare al bando imprese, reti di impresa, organismi no profit, consorzi e università. Sono quattro i tipi di attività collaborative o azioni che possono essere finanziate da questa call: ricerca collaborativa, innovazione, capacity building e mobilità. Tre i temi da affrontare: energie rinnovabili ed efficienza energetica; gestione delle risorse idriche; nesso tra energia ed acqua. Scadenza La deadline per la presentazione delle proposte di progetto è fissata al 2 febbraio del 2015. La fase di controllo dell’ammissibilità delle domande è divisa in due fasi, ognuna delle quali volte a verificare il rispetto di due serie di criteri: Eranetmed e i criteri nazionali. La valutazione scientifica delle proposte verrà effettuata da esperti esterni e indipendenti.


Risorse complessive 13 milioni e 420mila euro Contributo dell’Italia (Miur) 2 milioni di euro Azioni finanziabili Ricerca collaborativa Innovazione Capacity building Mobilità Scadenza 2 febbraio 2015