Rinnovabili, dalla ricerca italiana nuova cella solare con efficienza record del 26,3%

261

Un gruppo di ricerca tutto italiano composto dai ricercatori del centro Chose dell’Università degli Studi di Roma ‘Tor Vergata’, Enea e dell’ Istituto italiano di tecnologia (Iit) ha messo a punto un’innovativa cella solare tandem in perovskite e silicio, ottenendo un’efficienza record pari al 26,3%. I risultati di questo studio sono stati pubblicati sulla rivista internazionale Joule/CellPress. Le celle solari a perovskite sono la tecnologia principe del fotovoltaico di III generazione, con efficienze certificate attorno al 25%. Uno dei vantaggi legati a questa categoria di dispositivi risiede nella possibilità di depositare i vari strati con tecniche di stampa semplici e a basso costo. Questa versatilità consente la produzione di celle fotovoltaiche a perovskite anche su substrati sia rigidi che flessibiliy e con pattern definiti dal disegno di stampa. In aggiunta, la Perovskite può essere anche integrata sulle convenzionali celle in silicio cristallino per ottenere strutture tandem in silicio e perovskite con potenziali efficienze record che superano i limiti fisici e tecnici delle singole tecnologie che le compongono. Proprio in questo specifico ambito, il team di ricercatori hanno ideato e sviluppato una particolare ed innovativa struttura tandem Perovskite e silicio che, mediante l’introduzione di Grafene negli strati del dispositivo in perovskite, ha prodotto un’efficienza pari al 26,3%, che rappresenta il miglio risultato pubblicato in letteratura.