Risarcimento per la Tav, Valiante: è una follia

32

E’ davvero paradossale che alla Val di Susa vadano 32 milioni di compensazioni territoriali collegate alla costruzione della Tav Torino-Lione. C’è chi vuole essere risarcito per la Tav mentre noi cerchiamo le risorse economiche necessarie a realizzare una rete ferroviaria ad alta velocità“. Lo afferma in una nota il deputato campano del Partito democratico Simone Valiante, portavoce di AmiciDem. “Se si realizzasse una rete ferroviaria moderna a Sud di Salerno, amministratori locali e cittadini sarebbero riconoscenti a vita. Nessuno chiederebbe risarcimenti per un servizio ferroviario moderno ed efficiente“, evidenzia l’esponente Pd. “Il Mezzogiorno non chiede compensazione e risarcimenti – conclude Valiante – ma solo una chiara politica economica fatta di investimenti mirati e strategici così come promesso ieri, nel corso della direzione del partito sul Mezzogiorno, da Matteo Renzi“.