“Rischio esodo staff Casa Bianca”

26

Washington, 10 gen. (AdnKronos) – In previsione di un prossimo possibile esodo di personale a breve termine, allo staff della Casa Bianca è stato chiesto di decidere entro fine gennaio se intenda lasciare l’amministrazione o restare fino alle elezioni di mid-term. Lo riferisce la Cnn, citando un funzionario. Il presidente Trump incontra difficoltà nel reclutamento di dipendenti per coprire i posti vacanti, si legge sul sito dell’emittente americana, che ricorda come negli ultimi mesi consiglieri di spicco dell’amministrazione in materia di politica interna ed estera abbiano annunciato la loro partenza. E nelle prossime settimane altri potrebbero seguirli, aggiunge la Cnn, citando tra i nomi in circolazione quelli di McGahn e McMaster.

L’idea di un ultimatum lanciato ai dipendenti perché chiariscano le loro intenzioni viene negata dalla Casa Bianca, si legge ancora: “Non vi sono state direttive sullo staff e qualunque illazione diversa è solo una ridicola fake news”, ha puntualizzato la portavoce Sarah Sanders. Se ogni amministrazione ha avuto i suoi movimenti e cambiamenti, osserva la Cnn citando esperti di questa e delle precedenti amministrazioni, certo con Trump il livello di stanchezza è salito: l’imprevedibilità, il caos, il timore di ingenti spese legali legati all’inchiesta sulla Russia hanno contribuito. “E’ passato un anno, ma non sembra un decennio?”, afferma un alto funzionario dell’amministrazione.

Diversi consiglieri chiave di Trump starebbero ancora valutando se lasciare l’amministrazione mentre per altri l’uscita appare probabile già nelle prossime settimane, scrive l’emittente sul sito. Tra i nomi di spicco sulla lista delle possibili rinunce – anche se una loro uscita di scena è tutt’altro che certa, si sottolinea – figurano il legale della Casa Bianca Don McGahn, e HR McMaster, il consigliere per la sicurezza nazionale.