Risparmio, focus sulla nuova legge. Bocchini: Più tutele per chi investe

172

La tutela del risparmio nella Costituzione è il tema di un convegno organizzato da San Paolo Invest venerdì scorso presso il Pompei Resort. Francesco Bocchini, professore associato di Diritto Pubblico presso l’Università del Molise (e relatore al convegno insieme al regional manager di San Paolo Invest, Fortunato Fazio), illustra a ildenaro.it i temi principali del confronto.

“Credo sia utile partire dal dato normativo e dalla tutela che l’articolo 47 della Costituzione assegna al risparmio. Un compito che spetta alla Repubblica e che viene rafforzato dall’assegnazione allo Stato della legislazione esclusiva in materia di risparmio”.

Oggi in quale situazione ci troviamo?

Direi che fin qui si è badato più a una legislazione d’emergenza, riformulando regole dei testi unici di finanza e banca, che ad una riforma organica.

E la soluzione qual è?

Un passo in avanti è stato compiuto con la legge numero 15 del 2017, che ha rafforzato il concetto costituzionale di tutela del risparmio introducendo i principi di educazione finanziaria e diritto all’informazione. Nel primo caso vi è l’obbligo di istruire il risparmiatore su strumenti e prodotti, rischi e opportunità. Nell’ambito dell’informazione si fa invece riferimento a uno scambio di dati e conoscenze tra pubblico e privato.

Come evitare nuovi casi Mps?

Attraverso una profìcua collaborazione tra pubblica amministrazione e soggetti privati. Perché qui è in gioco la vita dei cittadini e quando parliamo di risparmio dobbiamo sapere che vanno tutelati sia i diritti economici che quelli politici, sociali e perfino psichici di chi fa un investimento.

Si può giungere a un modello ottimale?

Penso che alla base di tutto ci sia la conoscenza. Chi è correttamente informato è in grado di investire consapevolmente. E questo ci conduce ad un aumento della tutela del risparmio che, a valle, diventa sia un fattore di sviluppo economico che di incremento della qualità della vita. Ed è a questi obiettivi che secondo me il legislatore deve puntare. •••