Il rispetto del diverso è una questione di buon gusto. A  Lettere Cenando sotto un Cielo Diverso

130

Non esiste modo migliore di imparare il rispetto delle diversità di quello di entrare in contatto con chi, appunto, è diverso da noi. Soltanto attraverso la conoscenza, il confronto, l’apertura mentale, è possibile comprendere che tra le persone spesso ci sono più punti di contatto che di alterità. È per questo che Alfonsina Longobardi, organizzatrice di “Cenando sotto un Cielo Diverso”, ha deciso di affiancare ai 115 chef che parteciperanno il 30 giugno alla decima edizione dell’evento persone speciali, diversamente abili, che lavoreranno a quatto mani con i professionisti del gusto per cucinare buonissimi piatti. Gli uni imparano dagli altri, in un percorso di sostegno reciproco che porterà tutte le parti coinvolte a crescere. Storie ordinarie e straordinarie insieme.
Cenando sotto un Cielo diverso” è un evento con una triplice finalità: beneficenza, valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti (e, dunque, della buona cucina ad essi direttamente legata). Esso coinvolge – in qualità di protagonisti ai fornelli – cuochi, pizzaioli, pasticceri, produttori del territorio campano e non (tutti di acclarata professionalità), aziende, personaggi del mondo dello spettacolo vicini al concetto di “beneficenza”, e migliaia di persone che intervengono all’iniziativa per far del bene e mangiare bene.
Il progetto a monte della kermesse è stato ideato dalla  Alfonsina Longobardi – psicologa, sommelier ed esperta di food & beverage – che ha voluto coniugare il suo impegno nel sociale alla sue competenze nel mondo del food attraverso l’Associazione “Tra cielo e mare” da lei fondata nel marzo 2013: tale ente opera a sostegno delle persone con disagi psichici e di altra natura; altra finalità del sodalizio è quella di avvicinare le persone cosiddette “normali” a persone che purtroppo vivono situazioni di disagio, abbattendo la barriera della “paura” che è causa dell’incomunicabilità; l’ultimo obiettivo dell’Associazione consiste nella valorizzazione del territorio campano, sia delle sue bellezze che del suo potenziale umano (perciò l’evento si tiene in luoghi di interesse storico – culturale e perciò coinvolge chef e produttori, in primis campani).

In foto il Castello di Lettere
In foto il panorama dal Castello di Lettere

L’edizione estiva della kermesse si svolgerà come di consuetudine presso il Castello di Lettere. Il messaggio di questa “special edition” è “Il rispetto della diversità passa attraverso il buon gusto”.  Sarà un’occasione di confronto per testare e migliorare il rapporto di noi tutti con il mondo della diversità. Perché è anche attraverso il cibo che si stabilisce un rapporto con l’altro e si condivide l’opportunità di conoscersi. La cucina rappresenta infatti un terreno di scambio che pone tutti sullo stesso piano davanti a ingredienti da dosare con cura e ricette da condividere, con il cibo che rivendica il suo ruolo comunicativo, e la cucina letta come luogo di socialità privilegiato.  Sull’orizzonte di una normalità, che si nutre di sentimenti e della capacità di condividere obiettivi più che mettere in mostra le abilità del singolo, il rapporto tra le parti si inverte: chi pensa di dover aiutare l’altro, senza neppure troppa convinzione, finisce per essere salvato a sua volta.

La mission specifica della prossima edizione di “Cenando sotto un Cielo Diverso” consiste nel raccogliere fondi per la costituzione di un laboratorio ludico didattico per persone affette da sindromi schizofreniche. Se a soddisfare gli appetiti dei partecipanti all’evento ci penseranno i 115 chef che vi hanno aderito, la parte di intrattenimento sarà affidata a personaggi appartenenti al mondo dello spettacolo che interverranno sul palco introdotti dalla presentatrice Ida Piccolo (confermata la presenza di Luca Volpe, mentalista e tutor del programma Rai “Detto Fatto”, del modello e attore Nicola Coletta e de cantautoreLuigi Libra). L’evento ogni anno ha registrato un consenso sempre maggiore: oggi è divenuto uno degli appuntamenti legati al mondo della beneficenza e a quello dell’enogastronomia più grandi del centro – sud Italia. Consenso convalidato anche dai seguenti patrocini: Comune di Lettere, Slow Food, FIS, Parco Archeologico del Castello di Lettere.
Le altre associazioni coinvolte nel progetto sono: Disabili di Gragnano, L’Aliante, Abili alla Vita.

I PROTAGONISTI

Chef

Alberto Fortunato – La bettola del gusto – Pompei

Alessio Galati – dogana golosa – caserta

Alfonso Miranda – Tenuta romano – Saviano

Alfonso Pepe – Pane & Acqua bistrot – caserta

Alfonso Scarica – Casa Scarica cooking class

Andrea Azzarito – Eccellenze Campane

Angelo Fabozzo – Clanio – Aversa

Antonio Di Sieno – macelleria hamburgheria Trippicella – Sant’Anastasia

Antonio Esposito – I dottori del fritto – Eccellenze Campane

Antonio Giordano – Locanda San Ciprino

Antonio Morinelli – Suscettibile food.rooms.art – Pioppi

Antonio Tecchia – San Cristoforo – Ercolano

Carlo Spina – Ristorante 3 piani – Napoli

Carmen Urciuoli – Osteria Cappuccini – Avellino

Ciro De Simone – Sea food philosophy – Seiano

Ciro Leone – I dottori del fritto – Eccellenze Campane

Corrado Parisi – Museo Caruso – Sorrento

Crescenzo Scotti – Borgo Sant’Andrea – luxury hotel Amalfi coast

Dario De Gaetano – La fescina – Quarto

Delio Adiletta – Braceria 18.61 – Sarno

Emanuele Ambrosino – Pub 27 – Pompei

Fabio Ometo – Villa Trabucco – Torre del Greco

Fabio Vorraro – Mamma Elena – San.Giuseppe Vesuviano

Francesco Erba – Ma Life Restaurant & Lounge – San Giuseppe Vesuviano

Francesco Vorraro – Mamma Elena – San.Giuseppe Vesuviano

Giacomo De Simone – ristorante Le Axidie – Seiano

Gianluca Centomani – Villa Imperiale – Posillipo

Gianmarco Carli – ristorante Il Principe – Pompei

Giorgio Vitiello – Acqua & Sale – Scafati

Giovanni Elefante – Caupona – Pompei

Giovanni Mariconda – personal chef

Giuseppe Fasulo – Eccellenze nolane – Nola

Giuseppe Zaccaria – Il pescatore – Vietri sul mare

Gustavo Milione – Via porto cucina e shop – Salerno

Jason Lamberti – personal chef

Lorenzo Principe – Osteria famiglia Principe 1968 – Nocera Superiore

Luigi Di Martino – Villa magia – Positano

Luigi Sorrentino – Hotel Europa – Sorrento

Marco Del Sorbo – Terrazza Fiorella – Massalubrense

Marco Nitride – Garage Gourmand – Napoli

Michele Grande – La bifora – Bacoli

Michele Mazzola – Locanda Rei Restaurant – Colli di fontanelle – Sant’Agnello

Nunzio Annunziata – Ristorante Marea – Hotel Delfino – Massalubrense

Nunzio Spagnuolo – Rada – Positano

Paolo Iovieno – La Terra – Positano

Riccardo Faggiano – Ristorante Evu’ – Vietri sul mare

Roberto Lepre – personal chef

Roberto Verducci – La gastronomia di Roberto Verducci – Napoli

Rosalba Taglialatela – Hamburgheria Paisani – Aversa

Rosario Consalvo – Villa Imperiale – Posillipo

Sakai Fumiko – Il bikini – Vico Equense

Salvatore Mennella – Retrobanco – Torre del Greco

Salvatore Spruzzo – Villa Alma Plena – Casagiove

Tommaso Di Palma – Ristorante In Pasta –

Tony Granieri – Lilo Libero Locale – Sala Consilina

Vincenzo Faiella – Tenerita’ – Caserta

Vincenzo Ferro – Country House L’antica Franconia – Taurano

Vincenzo Noviello – Le lune bistrot

Vincenzo Piacente – Hotel Parco dei Principi – Sorrento-

Vincenzo Toppi – Ristorante Amor mio – Brusciano

 

Pizzaioli

Agostino Pagano – Casa Caldarelli

Aniello Falanga – pizzeria Haccademia – Terzigno

Massimo Gargiulo – pizzeria Pizza e Buoi – Santa Maria La Carita

 

Pasticceri

Antonella D’Amora – La fata delle torte – C.mmare di Stabia

Carlo Cuofano – Pasticceria Svizzera – Salerno

Carmine D’Amora – Pasticceria Di Nocera – C.mmare di Stabia

Daniela Cuofano – Pasticceria Svizzera – Salerno

Francesco Lastra – La delizia – Gragnano

Gennaro Peluso – Pasticceria La goccia – Pompei

Gerardo Di Dato – Bar Pasticceria Di Dato – Angri

Gianna Micco – Maitre chocolatier

Noto Nicola Graziano – Madamoiselle Charlotte – Cava dei Tirreni

Raffaele Caldarelli – Pasticceria Caldarelli – Nola

Salvatore Gabbiano – Pasticceria Gabbiano – Pompei

Teresa Ruocco – cake designer

Vincenzo Mennella – pasticceria Mennella – Torre del Greco

 

Mastri panificatori

Carmelo Esposito – Panificio Esposito – Pompei

Domenico Fioretti – Panificio Fioretti – Carinaro (CE)

Filippo Cascone – Panificio Cascone – Angri

Gianluigi Caccioppoli – Il buongustaio – S.Antonio Abate

Massimiliano Malafronte – Panificio Malafronte – Gragnano

 

Bartender

Francesco Varnelli – Hermes Caffè – Pompei

 

Caseifici

Donna Sofia – Boscoreale

Latteria Gargiulo – Gragnano

 

Produttori di vino

Fattoria Pagano

Azienda vinicola Michele Setaro

Cantina Orneto

Cantine dell’Angelo

Catina I 3 Mori

Fiore Romano

I due principati

I Favati

I Lauranti

I vini del Cavaliere

Poggio delle baccanti

Poggio ridente

Tenuta delle ginestre

 

Distillati e sigaro

Amaro del rosso

Brown Spirits distilleria italiana dal 1969

Grappa Bonollo

Sigaro toscano

Terre pompeiane

 

Frantoio

Azienda agricola Paragano

Frantoio De Ruosi

 

Birrifici

Birrificio dei Monaci vesuviani

Birrificio Sorrento

 

PASTIFICI

Pastificio Arte e Pasta

Pastificio D’Aniello

Pastificio dei campi

Pastificio Liguori

 

EnotecA

Grappolo blu – C.mmare di Stabia

Paola Fiorentino – sciabolatrice

 

Aziende agricole

Azienda agricola Ager – Somma Vesuviana

Azienda agricola Masseria Orlando l’oro del vesuvio – Terzigno

Azienda agricola Preta rossa – Ottaviano

Azienda agricola Ruocco – Lettere

Azienda Troppogoloso – Scafati

 

Partner

Fondazione Italiana Sommelier

Alleanza Slow Food Campania Basilicata Cuochi e Pizzaioli

 

Sponsor

Goeldline Collection

Agrolegumi

Ferrarelle

Givova

Allestimenti Di Paolo

 

Associazioni

Agostino Coppola referente Associazione I. M. A. H. R.

Associazione Abili alla Vita

Associazione Disabili di Gragnano

Associazione L’Aliante