Ristoranti campani ad avanzi zero
Ecco il progetto il Buono che avanza

15

Secondo il rapporto Waste Watcher, in Italia nel 2014 sono stati sprecati alimenti per un valore di 8,1 miliardi di euro e solo il 30% della popolazione ha scelto di Secondo il rapporto Waste Watcher, in Italia nel 2014 sono stati sprecati alimenti per un valore di 8,1 miliardi di euro e solo il 30% della popolazione ha scelto di portare a casa quanto non consumato al ristorante. Portare a casa il cibo avanzato è un comportamento molto diffuso in altri Paesi, a partire dagli Stati Uniti dove la doggy bag è una prassi consolidata: famoso il caso di lady Michelle Obama che, durante un soggiorno nella capitale, ha chiesto una doggy bag per gli avanzi del suo pranzo romano. Per contrastare la società dello spreco, l’associazione no profit Cena dell’Amicizia in collaborazione con Edenred Italia, leader nella gestione dei fondi finalizzati per le imprese, hanno deciso di estendere anche in Campania il progetto denominato “Il Buono che avanza” (www.ilbuonocheavanza.it). L’iniziativa, che mira a creare una rete regionale di ristoranti ad “avanzi zero”, ha come obiettivo quello di sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza di non sprecare il cibo, anche in un’ottica di rispetto nei confronti di quanti, come le persone senza fissa dimora che l’associazione di volontariato si impegna ad aiutare, hanno difficoltà a godere di un pasto caldo al giorno. Edenred metterà a disposizione di tutti i suoi locali affiliati sul territorio doggy bag da consegnare ai clienti che vorranno raccogliere il cibo non consumato al ristorante. I contenitori per alimenti potranno essere richiesti gratuitamente dai ristoratori presso la filiale Edenred di Napoli, via Porzio 4 “Edenred, da sempre attenta alla tematica dello spreco alimentare, è orgogliosa di proseguire ed ampliare la collaborazione avviata nel 2012 con l’associazione Cena dell’Amicizia, per promuovere la lotta allo spreco alimentare. Riteniamo doveroso agire da cassa di risonanza affinché il fenomeno dello spreco di cibo, se non eliminato, possa almeno ridursi significativamente” ha dichiarato Sabrina Citterio, Responsabile Corporate Social Responsibility di Edenred Italia. La onlus Cena dell’Amicizia, con i suoi 80 volontari e 10 operatori professionisti, opera sul territorio milanese, accogliendo i senza tetto e le persone emarginate dalla società. Animata dal monito di Papa Francesco che ha ricordato quanto “il pane partecipi in qualche modo alla sacralità della vita umana, e perciò non possa essere trattato soltanto come una merce“, si dedica a garantire un pasto ai bisognosi e una dimora ai senza tetto.