Ristoranti, servizio in sala: i grandi maitre premiano i giovani del Sud. Ecco i vincitori

39

Si è chiusa il 21 maggio (a Castel Dell’Ovo all’interno di Vitigno Italia) di fronte ad un pubblico che ha seguito con grande partecipazione e interesse tutta la gara, la selezione Sud del Premio Emergente Sala: in giuria quasi un centinaio di professionisti del settore, maitre di lungo corso, F&B e direttori di grandi alberghi della Costiera amalfitana e delle Isole e tanti altri operatori non solo campani. Hanno vinto soprattutto le donne e la Sicilia. Il Premio Speciale dedicato a Lella Granito Guida (la ristoratrice, prematuramente scomparsa, che fu l’anima dell’Antica Osteria Nonna Rosa di Vico Equense) è andato a Ivana Iemmolo di Vota Vota (Marina di Ragusa). IL premi è stato cconsegnato dalla figlia di Lella Granito, Rossella Guida.
In finale a Roma, il 28 ottobre 2019 andranno Alessandra Quattrocchi di Modì a Torregrotta (Messina) e Giuseppe Zuottolo dell’Olivo di Anacapri.
Con gli eletti del Sud sono 6 i finalisti. I primi 3 finalisti sono del nord: Giuseppe Laboragine – Del Cambio * Torino; Gabriele Bianchi già maitre presso il Marconi di Sasso Marconi Bologna ora in forze; Daniele Rinzivillo, – Palazzo Matteotti Milano. Hanno vinto la Selezione di Emergente Sala svoltasi durante il Merano WineFestival lo scorso novembre 2018. Un quarto finalista, Gianmarco Merazzi di Osteria degli Spiriti a Lecce, è stato designato dalla competizione Emergente Sala Puglia lo scorso 16 aprile nell’ambito di Foodexp.
Ma chi erano i giovani di Sala che si sono sfidati a Napoli? Daniela Briola, responsabile di sala di Abraxas, Ivana Iemmolo maitre del ristorante VotaVota a Marina di Ragusa che ha vinto il premio “Fattore Umano”, Giuseppe Zuottolo junior assistant. restaurant manager dell’Olivo Gourmet Restaurant ad Anacapri che passa il turno e va in finale, Gennaro Graziano, chef de Rang di Veritas restaurant a Napoli, Elisabetta Falanga, maitre e sommelier del ristorante Haccademia di Terzigno, in provincia di Napoli, Carlo Gallo, chef de Rang presso il ristorante Abbruzzino a Catanzaro, Stefano Zimeo, chef de Rang di Le Monzù a Capri, Alessandra Quattrocchi del ristorante Modì a Torregrotta (Messina), ed anche lei in finale a Roma, Annalisa Piccolo, maitre e sommelier di Marcus a San Paolo Belsito a Napoli, Giuseppe Ventriglia, maitre e sommelier di Agristor Le Due Torri a Presenzano (Caserta) ed infine Antonio Clemente Biscione Responsabile di sala di Streat “Umori e Sapori” a Cancellara (Potenza).
I ragazzi hanno affrontato diverse prove: la prova del vino (ovvero della carta dei vini: con errori da riconoscere, a cura del wine manager Mario Vitiello) e il servizio al Sea Front Pasta Bar Di Martino lunedì 20 maggio, poi una seconda prova sul caffè nell’azienda Kimbo nella mattinata di martedì 21 maggio.
Il clou dell’evento è stato dalle 15 alle 22 di martedì 21 maggio a Castel dell’Ovo dove si sono svolte le prove teoriche e un buffet a chiusura per la seconda prova pratica prima della premiazione finale.
Le selezioni si completeranno venerdì 31 maggio e sabato 1° giugno a Siena, nello spettacolare Chiostro del Podestà a Piazza del Campo con Emergente Sala Centro abbinato nell’occasione a Siena per… una manifestazione di solidarietà alle zone terremotate del Centro Italia. Solo allora avremo il quadro completo degli 8 finalisti del 2019.
Nel sito www.emergentesala.com e nelle pagine FB – INSTAGRAM – TWITTER tutti gli aggiornamenti.