Robert Spano, ha origini partenopee il nuovo presidente della Corte Europea dei Diritti dell’uomo

718
In foto Robert Spano

Il giudice islandese, e per metà italiano, Robert Spano è eletto presidente della Corte Europea dei Diritti dell’uomo, il più giovane a sedere sullo scranno di Strasburgo. Spano, attualmente vicepresidente della Corte, è giudice a titolo dell’Islanda dal novembre 2013 e ha il doppio passaporto islandese e italiano. Ha studiato legge in Islanda e nel Regno Unito e ha ricoperto vari incarichi giudiziari, accademici e come esperto giuridico, sia a livello nazionale che internazionale. Il giudice Spano succede all’attuale presidente, Linos-Alexandre Sicilianos (Grecia). La sua storia viene raccontata da Repubblica in un ritratto del giovane giudice, nato a Reykjavik, in Islanda, di padre napoletano. La sua carriera è stata definista dall’ex presidente della Cedu, Guido Raimondi, decano dei giuristi partenopei che ha lavorato con lui per 6 anni, “brillante”.