Roberto Liscia (Netcomm) lavorerà al progetto dell’euro digitale della Bce

39
in foto Roberto Liscia

Roberto Liscia, in rappresentanza di Ecommerce Europe –  l’Associazione Europea del Commercio Elettronico che coinvolge oltre 150.000 aziende in Europa, di cui il Presidente di Netcomm è executive board member – è stato nominato membro del Gruppo per lo Sviluppo del Regolamento dell’euro digitale (Rulebook Development Group) della Banca Centrale Europea. L’obiettivo principale del gruppo di lavoro, nella prima fase di operatività, è quello di elaborare un progetto di regolamento sull’euro digitale sulla base delle decisioni di progettazione adottate dal Consiglio direttivo dell’Eurosistema, definendo l’insieme di regole, pratiche e standard normativi che consentiranno la distribuzione dell’euro digitale attraverso gli intermediari.
Sarà compito del gruppo di lavoro chiarire i termini di gestione degli utenti dell’euro digitale e degli strumenti messi a loro disposizione, la gestione della liquidità e del finanziamento delle disponibilità degli utenti da parte degli intermediari, fino alla gestione delle transazioni sotto il profilo dell’autenticazione, della convalida e dei processi di riconciliazione.
La Banca Centrale Europea – commenta Liscia – sta valutando l’introduzione dell’euro digitale insieme alle banche centrali nazionali dei paesi dell’area dell’euro. Si tratterebbe di un mezzo di pagamento elettronico disponibile per chiunque nell’area dell’euro, sicuro e facile da usare, che consentirebbe alle persone di disporre di una più ampia scelta tra i metodi di pagamento. Una moneta digitale emessa dalla Banca Centrale Europea rappresenterebbe una garanzia di stabilità per il sistema monetario e quello dei pagamenti, oltre che il rafforzamento della sovranità monetaria dell’area dell’euro, della competitività e dell’efficienza del settore dei pagamenti europeo”. “Sono orgoglioso di rappresentare l’associazione europea dell’e-commerce in questo importante gruppo di lavoro che svolgerà un ruolo decisivo per lo sviluppo di un ecosistema europeo di pagamenti sempre più sicuro ed efficace, in risposta alle esigenze dei cittadini. Sono certo, infatti, che l’euro digitale sarà una ulteriore leva di accelerazione del commercio digitale a vantaggio dell’esperienza dei consumatori, che potranno così sfruttare tutti i benefici di una filiera in grado di favorire lo sviluppo di nuovi modelli di pagamento”.
Il gruppo di lavoro è stato istituito dalla HLTF-CBDC (High-Level Task Force on Central Bank Digital Currency) nella riunione del 19 gennaio scorso e manterrà il suo mandato fino a quando la HLTF-CBDC non darà istruzioni diverse.
Una prima bozza della prima versione del regolamento sull’euro digitale sarà sottoposta a una consultazione pubblica. Successivamente, la bozza finale della prima versione del regolamento sull’euro digitale sarà sottoposta all’esame e alla successiva approvazione del Consiglio direttivo prima della sua pubblicazione sul sito Internet della BCE. Inoltre, il gruppo di lavoro sull’euro digitale rifletterà su un futuro modello di governance per il sistema dell’euro digitale una volta che questo sarà pienamente operativo.