Robot investitore e AI al servizio del trading con le criptovalute

48
Foto Unsplash.com

Tra le evoluzioni più interessanti della tecnofinanza, il settore del trading con le criptovalute è quello che suscita il maggior interesse per molteplici fattori: è sempre attivo; è quasi completamente slegato dall’economia reale; è un mercato pionieristico e di conseguenza sono ancora possibili alti profitti. Accanto a questi “incentivi all’investimento”, per così dire, si aggiungono due strumenti tecnologici in rapida evoluzione che forniscono all’investitore nuove prospettive di crescita economica impensabili fino a un decennio fa. Ci riferiamo ai software per il trading automatizzato a supporto degli investimenti e all’intelligenza artificiale. Non è un mistero che il trading algoritmico governa il 53% degli scambi azionari globali, con punte che raggiungono il 66% negli Stati Uniti e il 47% in Europa, mentre in Italia rappresenta il 30% degli scambi secondo i dati riportati da Il Sole 24 Ore in questo articolo: https://www.ilsole24ore.com/art. Il robot investitore è quindi una realtà fattuale sia nella compravendita di azioni, che di altri strumenti finanziari come i future, tuttavia le criptovalute non sono “sfuggite” dal campo di applicazione, ma sono semmai state utilizzate come banco di prova di nuove evoluzioni.

Come funziona un robot investitore

Come funziona dunque un sistema di trading automatizzato? Si tratta di un applicativo sviluppato da programmatori informatici con la strettissima collaborazione di trader professionisti conoscitori dei mercati finanziari e delle regole che sono alla base del funzionamento, ad esempio, di un comparto specifico come quello delle criptovalute. I robot investitori disponibili nel web operano come https://thebitcoinsystem.io/it, piattaforma in lingua italiana di trading algoritmico dove l’utente dispone di tutta una serie di parametri di investimento suggeriti dall’algoritmo stesso. L’algoritmo è in costante “ascolto” dei prezzi delle criptovalute operati sul mercato di riferimento, così da poter fornire indicazioni rapide sui cambiamenti di direzione e dare suggerimenti per la pianificazione dell’attività di trading giornaliera o di più lungo periodo.

Foto Unsplash.com

Il ruolo dell’intelligenza artificiale nel trading

Nel meccanismo di funzionamento di un robot investitore gioca un ruolo non secondario l’intelligenza artificiale, come spiegato qui: https://www.agendadigitale.eu. È chiaramente una tecnologia in rapido sviluppo capace di analizzare i dati storici raccolti in precedenza e da cui estrarre elaborazioni di strategie affidabili da applicare nel presente. L’algo trading, in definitiva, ha assoluta necessità degli algoritmi ad intelligenza artificiale e senza di essi le capacità dei software automatici sarebbero limitate.

Perché gli investitori usano i robot di trading?

La transizione dei mercati finanziari dal cartaceo al digitale, ha reso necessario l’uso di software sempre più sofisticati per eseguire le operazioni. L’avvento della tecnofinanza ha reso complesso per un solo uomo prendere decisioni in un ambiente finanziario dove le Borse tradizionali sono in competizione con piattaforme digitali di scambio alternative. Ecco quindi che gli intermediari finanziari sono dovuti intervenire sviluppando software idonei alla prosecuzione delle operazioni, semplificando all’investitore il compito di esecuzione degli ordini. Da non trascurare, poi, l’influenza delle notizie economiche sui mercati. In una realtà globalizzata dove le notizie rimbalzano da una parte all’altra del mondo istantaneamente, esse possono influenzare a cascata tutte le Borse generando effetti poco controllabili da un operatore umano. I robot investitori potenziati dall’intelligenza artificiale, concludendo, diventano sempre più il prezioso alleato del trader di cui non si potrà ben presto più fare a meno.