Roland Garros 2019: chi sono i favoriti?

116

L’Open di Francia, conosciuto da tutti semplicemente come Roland Garros, giunge all’edizione 2019 con una certezza: l’uomo da battere sarà ancora Rafael Nadal, favorito d’altra parte dalle quote dei maggiori siti di scommesse. In campo femminile, invece, la concorrenza sembra decisamente maggiore alla luce di quanto visto finora nei tornei sulla terra battuta. I bookies, tuttavia, indicano in Simona Halep la favorita del torneo WTA. Per vedere tutte le quote e leggere i pronostici sulla competizione si può consultare il portale www.wincomparator.com/it-it/ e farsi un’idea generale sul torneo parigino a cui prenderanno parte i più grandi campioni del tennis mondiale.

Partiamo dalla competizione maschile. Già vincitore 11 volte della Coppa dei Moschettieri, non può che essere Rafael Nadal il primo giocatore sotto la luce dei riflettori. Quando è arrivato all’ultimo atto della competizione non ha mai fallito ma non è solo questo il motivo che lo rende il favorito numero 1. Un po’ in ombra per tutta la prima parte della stagione sulla terra, con semifinali in serie a Montecarlo (battuto da Fabio Fognini), a Barcellona (sconfitto da Dominic Thiem) e a Madrid (estromesso da Stefanos Tsitsipas), il mancino di Manacor ha dato una lezione di tennis a tutti nell’ultimo grande torneo di avvicinamento, gli Internazionali d’Italia: al Foro Italico, Nadal è arrivato in finale senza perdere neppure un set e contro il numero uno del mondo Novak Djokovic ha ceduto l’unico set della settimana, ma è sembrato averlo perso più per un suo calo di concentrazione per reale bravura dell’avversario.

Ciò nonostante resta proprio Novak Djokovic la prima alternativa al maiorchino. La solidità del serbo è un dato di fatto, la forza mentale una certezza e in un torneo dove con i 3 set su 5 cambiano radicalmente gli equilibri sarà ancor più difficile batterlo. Gli appassionati possono stare tranquilli perché una ripetizione del match di Roma potrà avvenire solamente in finale visto che i due giocatori sono totalmente agli antipodi del tabellone. Djokovic in stagione si è comunque messo in bacheca il torneo del Mutua Madrid Open, il Masters 1000 che aveva preceduto Roma a conferma che il giocatore serbo è in grado di vincere contro tutto e tutti e ne ha dato riprova anche a Roma quando ha portato a casa un match difficilissimo nei quarti di finale contro l’argentino Juan Martin Del Potro.

Ma a Parigi c’è grande attesa per un altro giocatore, sicuramente il più amato di tutti. Stiamo parlando di Roger Federer che torna a calcare i campi parigini dopo alcune stagioni di assenza. Il maestro svizzero da quelle parti ha alzato al cielo quattro volte il trofeo in cinque finali, anche se adir la verità non sembra essere in grado di impensierire i due tennisti appena citati. O comunque non è annoverato al loro pari nelle quote dei bookmaker. A stargli davanti c’è pure un Dominic Thiem che nel 2019 è definitivamente entrato tra l’elite del tennis mondiale vincendo il suo primo Masters 1000 a Indian Wells e che sulla terra rossa si è già assicurato il titolo dell’ATP 500 di Barcellona. Resta l’amaro in bocca di non aver ancora conquistato un grande titolo sull’amata terra e l’anno passato arrivò fino alla finale regolato in tre sole partite dal “solito” Nadal.

La carrellata del torneo maschile la chiudiamo con un paio di nomi di casa nostra: Fabio Fognini e Marco Cecchinato. Il primo si è finalmente consacrato agli occhi di critica e addetti ai lavori conquistando il titolo del Rolex Montecarlo Masters, primo Masters 1000 dell’anno sulla terra battuta, mentre il secondo nel 2018 fu protagonista a Parigi di una cavalcata memorabile arrivando fino alla semifinale e sconfiggendo tra gli altri un Novak Djokovic che allora però era ancora in ritardo di condizione.

Per quanto riguarda il torneo femminile, invece, l’incertezza è tanta soprattutto alla luce dei risultati arrivati finora in stagione sulla terra battuta: l’outsider olandese Kiki Bertens aveva vinto a Madrid, la più conosciuta Karolina Pliskova ha invece trionfato a Roma ed è stato il suo primo grande successo sulla terra. Nel 2018 ad aggiudicarsi la Coppa Suzanne Lenglen fu la rumena Simona Halep, al suo primo successo Slam nel tour ed è ancora lei la favorita numero 1 anche se finora non ha brillato sul mattone tritato. C’è poi da verificare la condizione della giapponese Naomi Osaka che a Roma aveva dato forfait prima dei quarti di finale per un problema fisico. Quindi c’è l’incognita Serena Williams: oggi numero 10 del mondo, l’americana che a Parigi ha vinto tre volte ha giocato finora una sola partita sulla terra battuta in stagione, al primo turno di Roma contro la svedese Rebecca Peterson. Williams, infatti, che vinse 6-4 6-2, si ritirò dal torneo alla vigilia della sfida con la sorella Venus.