Roma: Confsal Vigili fuoco propone intesa con Vaticano per tutela edifici culto

13

Roma, 4 set. (Labitalia) – Un accordo di programma fra Vaticano e Vigili del Fuoco per monitorare la sicurezza dei luoghi di culto e per mettere a punto strategie comuni di prevenzione in caso di incendi e di calamità. E’ questa la proposta avanzata da Franco Giancarlo, segretario generale della Federazione nazionale Confsal Vigili del Fuoco in occasione del crollo del tetto della chiesa di San Giuseppe dei Falegnami a Roma, avvenuto lo scorso 30 agosto, a cui ha fatto seguito da parte degli organi di informazione il dossier delle chiese a rischio.

“Partendo dal presupposto che la prevenzione, unitamente alla buona conoscenza delle tecniche antincendio, rimane la migliore ricetta contro lo sviluppo degli incendi, delle calamità naturali e ogni tipo di emergenza che possa mettere a repentaglio la sicurezza dei cittadini, ci rivolgiamo alle istituzioni vaticane per avviare un accordo di programma con il nostro Corpo. Abbiamo infatti constatato che in molti luoghi di culto, e in particolare modo in quelli di rilevante interesse religioso e artistico, si potrebbero migliorare le strategie di prevenzione per far fronte agli incendi e ad altre emergenze. Lo scopo è quello di tutelare non solo la vita dei cittadini ma anche di preservare l’integrità del nostro patrimonio artistico nazionale”, ha spiegato Giancarlo.

“Non bisogna dimenticare che la Sacra Sindone è stata salvata grazie alla tempestività e alla prontezza dell’intervento dei Vigili del Fuoco e che il nostro Corpo ha svolto un ruolo importante in occasione dei sismi che hanno colpito il nostro Paese. Per questo, un monitoraggio dei luoghi sacri permetterebbe un intervento ancora più efficiente in caso di calamità”, ha concluso Giancarlo.