Roma-Liverpool, numeri e curiosità

34

Roma, 2 mag. (AdnKronos) – E’ quasi giunto al termine il conto alla rovescia per la gara dell’Olimpico tra Roma e Liverpool, ritorno delle semifinali di Champions League. Per i giallorossi si tratta della prima semifinale europea in 27 anni, la seconda in Champions/Coppa dei campioni. L’ultima fu in Coppa Uefa contro i danesi del Brondby nella stagione 1990-91. Per il Liverpool si tratta della decima semifinale tra Coppa dei Campioni e Champions League, i reds hanno passato il turno in sette delle precedenti nove occasioni perdendo contro l’Inter nel 1964-65 e contro il Chelsea nel 2007-08.

Per quanto riguarda la sfida di stasera le statistiche dicono che nessuna squadra ha mai ribaltato una sconfitta esterna per 5-2 rimediata in una sfida d’andata di Champions. L’ultima volta che si verificò una situazione del genere fu nella stagione 1999-00, quando il Valencia eliminò la Lazio con un punteggio totale di 5-3 (5-2, 0-1). La gara dell’Anfield ha un primato per quanto riguarda i gol segnati, 7, non ne è mai stato segnato un numero maggiore in una semifinale di Champions League; solo nel 1995 venne eguagliato il record nel 5-2 tra Ajax e Bayern Monaco.

La Roma è l’unica squadra di questa edizione della Champions a non aver ancora concesso gol in casa in 5 partite. I giallorossi hanno vinto tutte le ultime quattro sfide all’Olimpico. Il Liverpool dal canto suo è l’unica squadra ancora imbattuta in questa stagione in Champions League con un bilancio di 7 vittorie e 4 pareggi.

I reds sono la formazione più prolifica di questa Champions con 33 gol, più di ogni altra squadra inglese in una singola edizione. Dall’introduzione del nuovo formato della competizione nel 2003, solo il Real Madrid (41 reti nel 2013-14 ndr) ha realizzato più gol. Il Liverpool è anche la prima squadra nella storia della Champions League a contare tre giocatori con almeno otto gol all’attivo in una singola edizione: Salah 10, Firmino 10, e Mané con 8.

Per quanto riguarda il ruolino di marcia di Edin Dzeko, l’attaccante della Roma ha trovato il gol in ognuna delle sue ultime quattro partite di Champions League, la striscia più lunga per un giocatore giallorosso nella storia della competizione. Infine Alisson, l’estremo difensore della formazione capitolina. Il brasiliano ha parato tutti e 20 i tiri nello specchio della porta subiti all’Olimpico in questa edizione della Champions.