Romania e Italia a confronto sul futuro dell’Europa

134
In foto George Bologan
L’ambasciatore George Bologan è intervenuto il 16 settembre 2020 nell’apertura del convegno online ′′Romania-Italia-Europa. Evoluzioni storiche, dinamiche culturali, relazioni internazionali”, un evento internazionale che riunisce dal 16 al 18 settembre rappresentanti istituzionali, accademici e ricercatori di Romania e Italia in un dialogo scientifico sulle evoluzioni identitarie, sociali e politiche in Romania nel contesto europeo e del rapporto bilaterale romeno-italiano.
Partendo dalle circostanze speciali in cui ci troviamo, segnate dalla crisi di Coronavirus che ha avuto conseguenze sia sul piano sanitario che socio-culturale, economico ed educativo, l’ambasciatore Bologan ha sottolineato che questo drammatico episodio nella vita della comunità ha incoraggiato numerosi esercizi di solidarietà. Un esempio in questo senso è il sostegno che la Romania ha dato all’Italia, inviando un team di medici e trasportando attrezzature mediche della riserva strategica dell’UE, rafforzando così il rapporto bilaterale basato su interessi comuni. Come la storia ci ha insegnato che ogni crisi può essere superata, il capomissione diplomatica ha espresso la propria convinzione che questa esperienza può costituire un momento di riflessione per consolidare il progetto europeo, che necessita – come afferma il sociologo romeno Dimitrie Gusti – di un coscienza e un patriottismo europeo. ′′L’Europa sta cercando di creare una sua cultura di valori nel vivere quotidiano dei propri cittadini e ognuno di noi può contribuire con un mattone a questa costruzione. Tuttavia, per acquisire un patriottismo europeo, dobbiamo capire che questo non può essere frutto delle sole storie nazionali”, ha affermato George Bologan.