Ruanda, nuove opportunità per le imprese italiane in Africa

64

“Il Ruanda ha da sempre buone relazioni diplomatiche con l’Italia in virtù di una grande cooperazione politica, economica e in materia di tutela dell’ambiente, ciò ha portato positivi scambi bilaterali tra le imprese dei due paesi”: Lo scrive in una nota la Camera di commercio ItalAfrica, realtà nata per favorire gli scambi commerciali e l’internazionalizzazione delle imprese italiane ed europee interessate ad investire nel continente africano, tramite la sua sede di Bruxelles e i contatti diretti con le istituzioni Ue.
“Il Paese Africano – si legge nella nota – è protagonista di uno straordinario successo economico grazie alla stabilità del suo Governo, ad un clima favorevole per gli investitori, e ad un accesso a mercati emergenti in rapida crescita. Il governo Ruandese punta su gli investimenti e sulla realizzazione di grandi opere per rilanciare il Paese, quali la produzione di energia elettrica e l’estrazione di gas. La politica economica del Paese mira, inoltre, a sviluppare il settore dei servizi, specialmente i servizi di comunicazione e informazione, il sistema sanitario, di istruzione, il turismo e il settore dominante dell’agricoltura.
L’Unione Europea, in merito a ciò, ha istituito un fondo di circa 10 milioni di Euro per sbloccare il potenziale del valore orticolo e del caffè del Paese per garantire la fornitura di prodotti sicuri ai mercati locali, regionali e internazionali. L”importo preciso messo a disposizione è di 7.68 milioni di Euro, di cui 4.88 milioni di Euro per le catene di elevato valore orticolo, lo sviluppo delle PMI e dell’agro-business mentre 3 milioni di Euro sono destinati a migliorare lo sviluppo della produzione di caffè, ciò accrescerebbe l’aumento di produzione di caffè e le esportazioni.
L’Unione Europea e il Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo hanno anche lanciato un nuovo fondo, denominato “Agri-Business Capital” per un valore di 45 milioni di Euro indirizzato al supporto dei piccoli agricoltori, aumentando l’accesso ai finanziamenti per gli stessi. Si prevede che attirerà più di 200 milioni di Euro in investimenti e di questi ne beneficeranno fino a 700.000 famiglie nelle aree rurali.
Inoltre, il Programma di Approvvigionamento Idrico e di Servizi Idrici Sostenibili del Ruanda beneficerà di finanziamenti pari a 115 milioni di Euro destinati a 1.5 milioni di persone, da parte dell’African Development Bank, della Banca Europea per gli Investimenti e del Fondo OPEC per lo Sviluppo Internazionale per garantire l’accesso ai servizi di base a tutta la popolazione, fornendo acqua potabile sicura ai suddetti consumatori.
ItalAfrica Centrale, Camera di Commercio riconosciuta dal Ministero dello Sviluppo Economico, opera nello sviluppo di affari e nella cooperazione socio-economica tra l’Italia e Paesi dell’Africa Sub Sahariana. La nostra è l’unica organizzazione in Italia ad aver stretto protocolli di accordo con oltre 19 paesi africani, e tramite la nostra esperienza e le sedi dislocate sul territorio africano siamo una componente cruciale per la promozione del sistema paese e delle sue forze attrattive”.