Russia, ingegneria meccanica: a Mosca il primo forum bilaterale con l’Italia

108

Lo scorso 27 giugno, il primo Forum italo-russo di ingegneria meccanica si è tenuto presso il Moscow International Trade Center, organizzato dall’agenzia nazionale italiana ICE in collaborazione con l’Associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione – UCIMU-Sistemi per Produrre. “Il forum ci ha permesso di dare un nuovo slancio alle relazioni bilaterali in un settore strategicamente importante per entrambi i paesi – ha affermato Pier Paolo Celeste, direttore dell’ufficio di Mosca dell’ICE -. Le industrie manifatturiere in Russia devono aggiornare le proprie attrezzature e le aziende italiane possono diventare partner ideali per offrire soluzioni alle esigenze individuali dei clienti”. Nel 2018, il settore delle macchine utensili in Italia si è attestato a 6,7 miliardi di euro, con un incremento dell’11,3% rispetto all’anno precedente. La Russia è tra i dieci principali paesi consumatori di macchine e attrezzature italiane. La quota dell’Italia nel mercato russo è dell’11,4%, e le esportazioni italiane in Russia hanno raggiunto i 138 milioni di euro. Durante il forum, i rappresentanti di aziende manifatturiere, consumatori, associazioni, istituzioni educative e ministeri dei due paesi hanno scambiato le proprie opinioni sugli argomenti più rilevanti relativi alla digitalizzazione, alle tecnologie additive e all’industria 4.0. Le aziende italiane, si distinguono per la capacità unica di innovare che, insieme alla flessibilità dell’approccio, consente loro di operare con successo sui mercati internazionali, tenendo conto delle esigenze individuali dei clienti, rendendoli partner ideali per le imprese russe.